Quotidiani locali

cibiana: navette disponibili da subito

Apre il museo sul Rite: bikers all’assalto da ieri

CIBIANA. Assalto dei bikers a Cibiana e al passo Remauro. Mai visti tanti come nella giornata di ieri. A centinaia sono saliti da Venas per scendere poi verso lo Zoldano. La maggior parte...

CIBIANA. Assalto dei bikers a Cibiana e al passo Remauro. Mai visti tanti come nella giornata di ieri. A centinaia sono saliti da Venas per scendere poi verso lo Zoldano. La maggior parte provenienti dalla Germania e dall’Austria, ma anche dalla ex Cecoslovacchia e da altri Paesi dell’Est. Cibiana, il paese dei murales, ma soprattutto del “museo fra le nuvole”, è molto conosciuto nell’area di lingua tedesca per la promozione che continua a fare Reinhold Messner. Tappa d’obbligo, per i motociclisti, i rifugi sul passo, che confezionano soprattutto grandi insalatone, il piatto più richiesto. Ma non si riparte, da quassù, senza l’immancabile timbro, che certifichi il transito. Non mancano gli appassionati che prolungano la sosta per consentirsi una visita al museo. Da oggi ci sarà la disponibilità delle navette che, fra l’altro, viaggiano ai prezzi dell’anno scorso (9 euro per salita e discesa). Inizia, infatti, la stagione estiva con l’apertura della sede museale e del rifugio Dolomites. Rifugio che, per la verità, è rimasto attivo nei fine settimana e su prenotazione durante tutto l’inverno e la primavera, anche quando c’erano quattro metri di neve quasi a nasconderlo alla vista. I cumuli ghiacciati sono ancora ben presenti, in realtà, anche nei pressi dell’ingresso museale. «Ma tranquillizzo i possibili visitatori: la strada è libera e qui si entra a piedi asciutti», tranquillizza Messner, che in vetta al Rite c’è rimasto due giorni, in settimana, mentre ritornerà l’8 giugno per l’apertura ufficiale della sua creatura. Domenica prossima salirà ai 2186 metri del Rite anche Luciana Furlanis, neosindaco di Cibiana. Che, per incontrare Messner, si prenderà una pausa nel lavoro di cameriera in un ristorante della Val Boite. Ieri, intanto, sono arrivati giornalisti e fotografi di una fra le più autorevoli riviste del turismo italiano, che si fermeranno tre giorni per un reportage sul Rite e sulla valle che sarà pubblicato in agosto. Intanto, nella settimana dei murales, in luglio, Vico Calabrò ed altri artisti, debitamente contattati, provvederanno al restauro degli affreschi che si trovano nelle condizioni di maggiore precarietà. Le opere che resistono da

anni sono una cinquantina e fanno di Cibiana un caso unico in Italia. Le visite, in futuro, saranno coordinate dal Taula dei bos, che verrà aperto nel corso dell’estate. E dove Messner ha già sistemato il suo secondo museo, quello appunto di valle. Un museo che già attira parecchia curiosità.

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' PER GLI SCRITTORI

Stampare un libro ecco come risparmiare