Quotidiani locali

assolta per sostituzione di persona

Spende su e-Bay a nome del fidanzato

QUERO VAS. Lascia un conto di 2.000 euro su e-Bay. E quando la relazione finisce, si porta via un forno a micro onde, una stufa a legna, una fotocamera e un computer. Nadia Ferrighetto era accusata...

QUERO VAS. Lascia un conto di 2.000 euro su e-Bay. E quando la relazione finisce, si porta via un forno a micro onde, una stufa a legna, una fotocamera e un computer. Nadia Ferrighetto era accusata di sostituzione di persona, ma è stata assolta dal giudice Domenico Riposati, in un caso perché la querela non è stata presentata in tempo e nell’altro perché durante l’istruttoria dibattimentale non si è riusciti a provare la sua colpevolezza.

Eppure la parte offesa Devis Dall’Omo aveva cercato di essere il più possibile convincente, nella sua esposizione dei fatti. Ha raccontato sommariamente quei tre anni di convivenza con l’imputata e il meccanismo di quella che lui ha chiamato truffa, tra il dicembre del 2010 e il gennaio del 2011. Un giorno qualsiasi un venditore gli telefona, per chiedergli come pensa di pagare quello che ha ordinato, attraverso il suo account su e-Bay, il frequentatissimo sito di aste on line.

L’uomo cade pesantemente dalle nuvole, perché sono mesi che non frequenta quel sito e improvvisamente si ritrova a pagare articoli per un importo di 2.000 mila euro. I suoi sospetti cadono inevitabilmente sulla convivente, l’unica che sia a conoscenza dei dati da inserire sui moduli. Tutto avviene su un computer fisso, mentre sarà di un portatile che si parlerà più avanti.

Quando la storia finisce e ognuno prende la propria strada, la donna si appropria di quattro oggetti, anche di un certo valore economico: forno, stufa, macchina forografica e personal computer. L’uomo non ci sta e chiama i carabinieri di Quero. Scatta una perquisizione e, a sentire il militare ascoltato ieri da Riposati

e dal pubblico ministero Giuseppe Gulli, questi oggetti vengono effettivamente trovati nell’abitazione della donna, in un primo momento sottoposti a sequestro, ma poi dissequestrati. Ma tra il ritardo e la mancanza della prova, il giudice pronuncia una sentenza di assoluzione. (g.s.)

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik