Quotidiani locali

FELTRE

Gli tirano sampietrini, ferito sulla fronte

Feltrino preso a sassate con dei sampietrini la notte di Capodanno e costretto ad andare a farsi medicare e suturare con cinque punti una ferita alla fronte al pronto soccorso di Feltre.

FELTRE. Preso a sassate con dei sampietrini la notte di Capodanno e costretto ad andare a farsi medicare e suturare con cinque punti una ferita alla fronte al pronto soccorso di Feltre, non prima di essersi presentato al comando della compagnia dei carabinieri di via Montegrappa. Passaggio dal 2015 al 2016 piuttosto turbolento per Stefano Gazzetta, al quale è stato rilasciato un referto medico che parla di dieci giorni di prognosi. Oggi, dopo avere fatto la spola tra casa e ospedale per eseguire tutti gli esami del caso, molto probabilmente formalizzerà la denuncia ai carabinieri di Feltre.

Per adesso, l’uomo, racconta la propria versione dei fatti: «L’ultimo dell’anno mi ero ritrovato con alcuni amici in via XXXI Ottobre per partecipare alla festa di Capodanno. Mentre aspettavano la mezzanotte ho notato la presenza di un gruppetto di migranti che stazionava vicino al vicoletto della Farmacia Minciotti. Mi avevano incuriosito negativamente perché li avevo visti bere e fumare. Sembravano alticci. Tanto che gli ho scattato alcune foto».

Dopo la mezzanotte il fattaccio, secondo quanto sostiene Gazzetta: «Dopo la mezzanotte con gli amici ho fatto una puntatina in centro storico, ma quasi subito ci siamo salutati e io mi sono incamminato verso il centro e via Garibaldi. Ad un certo punto mi si avvicina uno degli extracomunitari con una bottiglia in mano farneticando parole incomprensibili. Gli ho detto di girare al largo e lui si è allontanato. Poco dopo ero solo e stavo scrivendo sul telefono cellulare degli sms di buon anno ad amici, quando improvvisamente ho visto arrivarmi addosso dei sampietrini lanciati da almeno una decina di metri da quegli stessi ragazzi di colore. Un cubetto mi ha colpito alla gamba, l’altro alla fronte. Credo fosse più di uno a tirare quelle pietre, ma non saprei dire il numero esatto».

Gazzetta ha preferito allontanarsi: «Perdevo sangue e mi girava la testa. Sono subito andato ai carabinieri che mi hanno consigliato di andare al pronto soccorso per farmi medicare. Così ho fatto. Mi hanno curato e suturato la ferita, ma devo dire che anche a distanza di qualche giorno la testa mi fa male e domenica mattina

quando mi sono svegliato, per almeno un’ora non riuscivo a ricordare nulla di quanto accaduto».

Il referto del pronto soccorso è già stato recapitato ai carabinieri: «Per fortuna non ho avuto danni gravi, poteva finire molto peggio».(r.c.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.