Quotidiani locali

belluno

Una “taglia” sui writers per identificarli

Imprenditore si trova la vetrina del negozio imbrattata e lancia un appello su Facebook

BELLUNO. Un uso dei social network che fa invidia alle giovani generazioni. Il titolare di un’impresa con vetrina in pieno centro a Bellun, ha affidato a Facebook il suo appello: per chi lo aiuterà a rintracciare i writers che hanno deturpato la facciata del negozio ci sono 500 euro in palio.

«È successo sotto Natale» spiega, «durante le festività. Nel giro di mezz’ora ho pulito tutto ma bisogna fare qualcosa, chi si comporta così è come un animale».

Sulla vetrina sono comparse delle scritte blu che, con una grafia articolata, componevano una scritta. Alcuni writer, infatti, compongono le loro opere a partire dalla loro firma, spesso usando le bombolette spray per disegnare opere di grandi dimensioni.

«In questo caso è stato usato un pennello o qualcosa di simile» continua il cittadino, «in ogni caso qualcosa capace di scrivere sul vetro. Oltre alla mia vetrina, infatti, sono stati imbrattate anche alcune fermate dell’autobus». Uno sfregio ai beni della comunità documentato fotografando innumerevoli scritte comparse sulle pensiline delle fermate e sui muri di palazzi pubblici.

Un’attività ai limiti dell’investigazione. L’uomo si è infatti reso conto che lo stile del graffito sulla sua vetrina era molto simile a quello comparso alcuni mesi fa sul muro della sede degli Alpini di Belluno, un edificio fresco di restauro. E ha deciso di non restare con le mani in mano.

«Premierò

con 500 euro chiunque possa dare informazioni sui writers che hanno deturpato la facciata del mio negozio», questo l’appello comparso su Facebook. E le segnalazioni non sono tardate, tanto che nel giro di qualche ora il cerchio potrebbe stringersi intorno ad alcuni nomi. (v.v.)

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I VINCITORI DEL CONTEST

ilmioesordio, quando il talento ti sorprende