Quotidiani locali

MEL

Farmacia trasferita da lunedì a Fontanelle

L’Usl di Feltre ha autorizzato lo spostamento dal centro di Villa. Ieri tutti al lavoro per sistemare

MEL. Nuova farmacia a Villa di Villa, autorizzata dalla Usl 2 di Feltre che ha deliberato per il sito di Fontanelle, che tanto faceva discutere: si parte il 18, lunedì. L’azienda sanitaria ha infatti deliberato il 14 gennaio, l’altroieri, l’autorizzazione al trasferimento «dell'esercizio della farmacia rurale "Farmacia al Castello dei dr. Arrigoni Domingo e dr. Zampol D'Ortia Adriano & C. sas" dall'attuale sede di via Cristoforo Colombo 1/A alla nuova sede in via D. A. Fabris 1 nell'ambito della sede farmaceutica prevista dalla vigente pianta organica delle farmacie del Comune di Mel»: la delibera della Usl 2 è stata pubblicata ieri sul sito internet.

E già ieri nella struttura che in precedenza era un negozio di mobili situato giusto al bivio tra Villa di Villa e la Strada provinciale della Sinistra Piave, si lavorava per approntare le attrezzature e quanto necessario per l’allestimento della farmacia.

La decisione della Usl è venuta quasi a sospresa in questi giorni, ma la delibera è molto articolata e si dà conto anche delle singole risposte alle osservazioni che sono state presentate dal comitato dei cittadini che si è sempre dichiarato contrario allo spostamento.

E entra anche nel merito dell’osservazione che voleva il nuovo negozio essere sorvolato da una linea elettrica ad alta tensione che non gioverebbe a chi usufruisce dei suoi servizi: in proposito, la Usl scrive che «Riguardo, infine, alla questione riferibile alla normativa sull’inquinamento elettromagnetico è assorbente la circostanza che si tratta di un edificio datato, agibile e interessato da tempo dalla presenza dell’infrastruttura elettrica. La cornice delineata dalla L. n. 36 del 2001 non permette – allo stato – alcun intervento interdittivo per una fattispecie come quella in esame…».

Cioè: c’è stato per anni un negozio di mobili, e non ha avuto problemi per l’elettromagnetismo, può starci benissimo una farmacia.

Quanto a chi sollevava l’obiezione che il trasferimento eventualmente andava fatto in caso di nuovi insediamenti abitativi, l’Usl s’è fatto spedire dal Comune la situazione della popolazione nella zona per evincere che «ha certificato che i cittadini residenti al 31/12/2014 nella zona di competenza» della farmacia «erano complessivamente 1904 dei quali circa 900 abitanti nelle vie Salvatelli, Belluno, Feltre, Bardies, Campo San Pietro, Corte, Nave, Sancandido, parte bassa

di via Fabris gravitanti nella zona di trasferimento della farmacia: valutata la distribuzione della popolazione si ritiene tuttora sostanzialmente rispettato anche il criterio “demografico” con il quale a suo tempo venne istituita la seconda sede farmaceutica del Comune di Mel». (bdp)

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVO SERVIZIO

Promuovi il tuo libro su Facebook