Quotidiani locali

livinallongo

I ritratti di Grones conquistano anche la Spagna

Dopo gli Stati Uniti, le opere di Gabriele Grones conquistano anche la Spagna. Il dipinto dell’artista fodom dal titolo “Gottfried”, un olio su tela di 40x40 cm realizzato nel 2005, è finalista a un concorso internazionale spagnolo

LIVINALLONGO. Dopo gli Stati Uniti, le opere di Gabriele Grones conquistano anche la Spagna. Il dipinto dell’artista fodom dal titolo “Gottfried”, un olio su tela di 40x40 cm realizzato nel 2005, è stato selezionato tra i finalisti del premio Mod Portrait, organizzato dalla galleria Artelibre in collaborazione con il Meam (Museo Europeo di Arte Moderna) di Barcellona.

Il concorso è finalizzato alla promozione e alla valorizzazione della tematica del ritratto nella pittura contemporanea: ogni anno vengono selezionati quelli ritenuti più interessanti dalla giuria composta da artisti e personalità del mondo della cultura. Le opere finaliste parteciperanno a una mostra che si terrà a Saragoza durante il mese di giugno e successivamente al Meam di Barcellona.

Ma le soddisfazioni e i successi per Grones non finiscono qui. Di recente il ritrattista ladino ha vinto una residenza d'artista della durata di tre mesi presso gli atelier della “Eileen S. Kaminsky Family Foundation” al Mana Contemporary di Jersey City (Usa). L’iniziativa prenderà il via dal primo aprile ed è promossa dalla fondazione americana che fornisce agli artisti selezionati uno studio dove poter lavorare e sviluppare il proprio percorso artistico, sostenendo la produzione delle opere.

Durante i tre mesi di residenza si terranno degli eventi espositivi dei lavori realizzati dai vari partecipanti, oltre che una serie di conferenze e incontri con critici d'arte e galleristi, che saranno occasioni di confronto e approfondimento sugli sviluppi e le dinamiche delle specifiche ricerche artistiche.

Nel frattempo prosegue intensa l’attività di Grones all’interno di mostre e collettive d’arte. L’ultima in ordine di tempo è stata inaugurata il 25 febbraio presso alla Galerie MZ di Augsburg (Germania). In questa mostra personale, che sarà aperta fino al 24 marzo, verrà presentato un ciclo di nove lavori nei quali i soggetti sono delle visioni ravvicinate di erbe e piante selvatiche. I soggetti si inseriscono nel solco di una una tradizione artistica che va da Dürer a Gertsch e invitano ad una riflessione sulla complessità del reale, sull'equilibrio e sulla ricchezza della natura.

Dal 4 al 28 marzo si terrà, invece, all'Oratorio di San Ludovico di Venezia, una mostra collettiva dal titolo “Neo Dogi”,

curata da Alberto Balletti, nella quale saranno esposti una serie di ritratti delle personalità più influenti della vita politica, sociale e culturale di Venezia. Grones parteciperà con un ritratto nientemeno che dell’ex sindaco della città lagunare Paolo Costa.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.