Quotidiani locali

il rientro

Chilometri di code: Alemagna bloccata fino a tarda sera

Tutti sulle piste al mattino per una sciata da sogno in mezzo a panorami splendidi baciati dal sole, e tutti in coda alla sera, bloccati lungo l’Alemagna per ore

BELLUNO. Tutti sulle piste al mattino per una sciata da sogno in mezzo a panorami splendidi baciati dal sole, e tutti in coda alla sera, bloccati lungo l’Alemagna per ore, ma anche lungo le altre strade che portano verso sud dalle località turistiche, come sull’Agordina e lungo la Valle di Zoldo.

È stata la classica coda domenicale quella di ieri per i vacanzieri, coda che ha raggiunto punte di blocco completo in direzione sud in serata: alle 20, Alemagna e Ss 251 della Val di Zoldo, erano ancora bloccate e ci vorranno un paio di ore perchè il traffico si sfoltisca fino all’ingresso in A27, a Pian di Vedoia.

In effetti quella di ieri è stato il primo vero fine settimana con tanta neve, bel tempo, piste buone (al mattino, poi hanno mollato molto per il gran caldo). I problemi sono iniziati fin dal primo pomeriggio lungo le strade del rientro. Tutti insieme in viaggio alla stessa ora, turisti che si sono ritrovati a dover passare il tempo in auto, attaccati ai cellulari per avere informazioni.

Ieri sera la coda partiva da Ponte Cadore, l’imbuto di Longarone ha fatto il resto per la confluenza della strada di Zoldo e non sono bastate tre pattuglie della Polizia stradale di Belluno e Valle, più quelle dei carabinieri, per sciogliere le code. Complice, a un certo punto del pomeriggio, anche un’auto finita

in panne che è stata caricata su un carro attrezzi.

Utenti della strada spazientiti, ore e ore passate in auto, ma nessun incidente registrato. Viabilità tornata progressivamente regolare solo dopo le 21, quando anche all’ingresso autostradale di Pian di Vedoia si sono accorciate le code.

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE

Scrivere un libro, corso di editing per autori