Quotidiani locali

Turismo, ripresa finalmente certificata

Segno più sia nell’Alberghiero e sia nell’extra, mai così bene dal 2004; ma il presidente Lorenzi resta con i piedi per terra

CORTINA. Il 2015 sarà ricordato come l'anno della ripresa turistica. Sono stati diffusi dall'associazione Albergatori di Cortina i numeri definitivi, redatti dalla Regione Veneto, relativi agli interi 12 mesi del 2015. Ed è stato l'anno migliore, per presenze e per arrivi, sia nel comparto alberghiero e sia in quello extra alberghiero, dell’ultimo lustro. Nei soli alberghi ampezzani le presenze del 2015 ammontano a 531.678 rispetto alle 500.199 del 2014 e alle 494.463 del 2013. Per trovare un anno migliore bisogna andare indietro fino al 2004, quando le presenze alberghiere furono 535.030.

Tutto molto bene anche se si sommano i numeri dell'alberghiero e dell'extra alberghiero. Gli arrivi del 2015, in questo caso, sono stati 257.141 rispetto ai 226.030 dell'anno precedente. Le presenze totali del 2015 ammontano a 1.072.656 rispetto a 1.000.296 del 2014. Solo il 2005 registrò una performance migliore e chiuse con 1.117.939 presenze totali.

Negli alberghi lo scorso anno sono aumentati anche i turisti italiani. I connazionali presenti negli hotel nel 2015 sono stati 311.254 rispetto ai 289.356 del 2014. Gli stranieri sono in continuo aumento. Il 2015 per gli alberghi ha visto segnare un record in questo segmento: 220.424 rispetto ai 210.843 del 2014 e ai 178.256 del 2013.

Le presenze straniere in albergo sono addirittura le migliori degli ultimi 15 anni.

Buoni anche i dati relativi agli ultimi mesi dello scorso anno. Ottobre registra un calo di presenze negli alberghi dell'1,91%, e chiude con 8.206 presenze divise tra 2.788 italiani e 5.418 stranieri. Novembre e dicembre vedono un aumento. A novembre negli hotel c'è stato un più 10.09% di presenze rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Negli alberghi 1.972 presenze italiane e 866 straniere. A dicembre si registra un più 0.61% di presenze alberghiere.

«I dati del 2015 sono confortanti», ammette Gianluca Lorenzi, presidente dell'associazione Albergatori di Cortina, «l'estate è andata benissimo e a dicembre, nonostante la carenza di neve, si è visto un buon afflusso turistico. A dicembre, tra il ponte dell'Immacolata e il Natale, la neve non è così fondamentale, come invece lo diventa nei mesi successivi. Gennaio e febbraio 2016 registreranno dunque sicuramente un calo. La neve è scesa ma i turisti stranieri, soprattutto quelli provenienti dal Nord America, hanno scelto altri lidi dove era nevicato in maniera più abbondante. Dalle ultime nevicate abbiamo recuperato qualcosa sui mercati di Austria e Germania, ma gennaio e febbraio non sono andati benissimo, siamo un po' sottotono. E' sempre più difficile programmare le stagione, molto legate al meteo. I dati dello scorso anno sono confortanti

sicuramente, ma in vista delle prossime stagioni siamo sempre in allerta per vedere come sarà il tempo. C'è una leggera ripresa del turismo italiano», conclude Lorenzi, «che negli ultimi anni, a causa della crisi, era calato notevolmente; speriamo che lo si possa incrementare ulteriormente».

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVO SERVIZIO

Promuovi il tuo libro su Facebook