Quotidiani locali

cesio

Un cittadino cede il suo orto così, Dorgnan avrà una piazza

Cesiomaggiore. Ottimo sviluppo nell’incontro dell’amministrazione con gli abitanti della frazione il terreno ceduto è fondamentale per creare un’area ricreativa e aumentare la sicurezza

CESIOMAGGIORE. Un orto vale quanto una piazzetta, per i residenti della frazione di Dorgnan, paese attraversato dalla curve e fra i nodi critici della viabilità del comune cesiolino. Ed è proprio all'amministrazione comunale che un frazionista ha proposto la cessione del proprio orto a titolo di permuta, in cambio di un nuovo accesso alla sua proprietà. Fra il suolo pubblico disponibile e questo bel fazzoletto di terra ceduto, si arriverebbe a circa duecento metri quadri, quel che basta per realizzare una piazzetta, che sorgerebbe proprio in contiguità alla chiesa di paese.

Una piazzetta che manca in paese e che sarebbe finalmente un luogo di ritrovo per la ricreatività all'aperto degli abitanti, ma anche uno spazio fondamentale per la sosta dei mezzi di trasporto pubblico, spazio di sosta che attualmente si trova in prossimità delle curve, con pregiudizio per la sicurezza pedonale e automobilistica, ma soprattutto di altri mezzi più grandi come furgoni o piccoli camion che devono raggiungere la frazione.

«La viabilità di Dorgnan, con quella di Pez e dell'intero tracciato di collegamento ra Busche e Cesiomaggiore, è stata inserita nel piano di assetto territoriale», spiega il sindaco Michele Balen. «Il nostro ufficio tecnico comunale ha le idee chiare su come redigere un progetto della piazzetta e dare una nuova conformazione al centro della frazione, sia per dotare il paese di un luogo di incontro che per mettere in sicurezza la viabilità, specie quando transitano e sostano i mezzi più ingombranti. Ma prima di ogni altra cosa abbiamo voluto incontrare i residenti, cosa che è avvenuta nel corso di un pubblico dibattito, per sentire dai diretti interessati suggerimenti e proposte di sviluppo dell’area».

La sala dove si è tenuto l'incontro ha registrato la presenza di una trentina di persone. E ciò testimonia non solo l'interesse per il decoro e la sicurezza del paese di residenza, ma anche la crescita demografica che negli anni ha connotato la borgata di Anzaven e Dorgnan.

«Come amministratori comunali siamo rimasti favorevolmente colpiti dalla coesione dei residenti della località per una causa comune, che è quella di rendere più agevole e più agibile il passaggio delle auto e dei mezzi pesanti, migliorando lo stato attuale della frazione. La cessione spontanea dell'orto di uno degli

abitanti, in cambio di un passaggio ad uso esclusivo, permette al progettista di disporre di uno spazio unitario, di oltre centosettanta metri quadrati, dove oltre allo stallo per le manovre dei veicoli, si può realizzare anche una piazzetta per le feste paesane».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.