Quotidiani locali

LA TRAGEDIA

Valle Aurine, tra le sei vittime della valanga anche un sedicenne

Una grande valanga si è staccata a tremila metri di quota in Valle Aurina,  coinvolgendo una decina di scialpinisti. Sei i morti, c'è anche un sedicenne

Sei morti, cinque altoatesini e un austriaco: tragedia in Valle Aurina, in provincia di Bolzano. 

Una grossa valanga si è staccata da Monte Nevoso. Diversi scialpinisti (una decina dalle prime informazioni), che si stavano dirigendo verso la vetta ad oltre 3.000 metri, sono stati coinvolti dal distacco della slavina. 

L'intervento di soccorso è stato molto difficile. Gli uomini del soccorso alpino della zona e le unità cinofile sono stati portati in quota dagli elicotteri. Il pericolo valanghe era marcato, di grado 3.

 La valanga si è staccata  questa mattina (12 marzo)  alle 11,15. Il gruppo di dieci scialpinisti era ormai prossimo ai 3.358 metri della vetta del Monte Nevoso (negli ambienti alpinistici conosciuto nella dizione tedesca, Schneebiger Nock) in valle Aurina lungo la cresta di confine con l’Austria.

La tragedia si è consumata poco sotto la cima quando la slavina ha travolto ed ucciso alcuni scialpinisti. Sul posto hanno operato tre elicotteri, uno dell’Aiut Alpin Dolomites, uno della Guardia di Finanza ed il Pelikan 1 del 118 ma l’intera macchina dei soccorsi è resa difficile perchè i velivoli non possono volare a quelle altitudini con il pieno carico di carburante. Base delle operazioni è stato il campo da calcio di Riva di Tures.

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, impegnato a Parigi per il vertice dei leader socialdemocratici, ha seguito la sciagura in stretto contatto con la protezione civile. 

L'allarme sulla pericolosità di queste giornate di marzo è stato lanciato diverse volte nei giorni scorsi, anche se il grado di rischio di valanghe che mercoledì era di grado 4 su tutte le Dolomiti, era poi sceso a 3. Ma la neve caduta abbondante negli ultimi giorni è molto instabile e quindi a rischio di distacco anche per lievi sovraccarichi. 

I MORTI. Sono 5 altoatesini della Val Pusteria ed un austriaco le vittime della valanga abbattutasi in Valle Aurina. Nel bilancio c'è anche un ferito. Nessun disperso. Altri otto alpinisti sono stati recuperati illesi dalla  valanga che aveva un fronte di centinaia di metri e che si è staccata poco sotto la cima del Monte Nevoso a quota 3200 metri.

I carabinieri hanno comunicato le generalità

delle vittime della slavina della Valle Aurina: Horst Wallner, 49 anni, austriaco; Margit Gasser, 32 anni di Campo Tures; Matthias Gruber, 16 anni di Valle Aurina; Christian Kopfsguter, 21 anni di Villabassa; Alexander Patrick Rieder, 42 anni di Chienes; Bernhard Stoll, 43 anni di Villabassa.

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.