Quotidiani locali

BELLUNO

Appello all'unità per combattere il terrorismo

Manifestazione in piazza Duomo per dire ancora una volta no al terrorismo e alla paura

L'invito del sindaco Massaro per ricordare le vittime di Bruxelles è stato raccolto da un centinaio di persone, soprattutto amministratori e rappresentanti delle forze dell'ordine e delle istituzioni. C'erano alcuni sindaci (tra gli altri Tremonti di Lorenzago e De Bon di San Vito), molti assessori di Palazzo Rosso e consiglieri comunali, i sindacati, il questore Morelli, il vice prefetto e altri alti funzionari della prefettura, il vescovo Andrich e il parlamentare europeo Dorfmann. 
 
Anche la scuola comunale di musica Miari ha partecipato all'incontro con un ensemble di flauti (Federico Tavi, Francesca Segat, Gaia Savino e Amelda Saliu, allievi della professoressa Giulia Lozza). I giovani flautisti hanno eseguito "L'aria sulla quarta corda" di Bach, che ha introdotto l'incontro.
Il sindaco Jacopo Massaro ha spiegato il senso della manifestazione di piazza Duomo: "E' questo il momento in cui dobbiamo trovare le motivazioni per opporci a chi vuole imporre il terrore e la paura. Non possiamo permetterci di avere paura, non possiamo permetterci di far vincere il terrorismo. Nello stare insieme dobbiamo trovare le risposte. La storia ce lo ha insegnato, i momenti difficili fanno parte della nostra vita. Dobbiamo stare uniti per non mettere in discussione il senso della comunità, che è uno dei valori, anche a livello europeo che è a rischio".
 
Ha poi preso la parola il vescovo Andrich, che ha ricordato le parole del Papa:  "Crudeli abomini che stanno causando solo morte, terrore e orrore". E ha invitato a seguire l'indicazione della chiesa, le campane che non suonano fino a Pasqua: "Il silenzio ci faccia riflettere. Usiamo l'arma della ragione e delle ragioni per la pace".
L'ultimo intervento è stato quello dell'europarlamentare
altoatesino Dorfmann, a Belluno per alcuni incontri politici. Dorfmann era a Bruxelles martedì. Ha ricordato i morti e i feriti ma anche i famigliari delle vittime. "L'Europa libera va difesa dai suoi cittadini, non solo dai politici. Stiamo uniti e difendiamo il nostro mondo libero".

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVO SERVIZIO

Promuovi il tuo libro su Facebook