Quotidiani locali

fonzaso

Investito sulla Fenadora-Anzù, muore un 36enne di Rasai

Fatali le ferite riportate alla testa per Andrea Prenot, travolto sabato sera da un'auto mentre a piedi si stava dirigendo verso casa

FONZASO. Sono state le gravissime ferite riportate alla testa a risultare fatali ad Andrea Prenot, il 36enne di Rasai investito ieri sera sulla Fenadora e deceduto poco dopo all’ospedale di Feltre.

Ancora da accertare la dinamica dell’incidente, verificatosi poco prima delle 21.30 lungo la Fenadora-Anzù, nelle vicinanze dello svincolo per Rasai. L’uomo stava procedendo a piedi a bordo strada, presumibilmente diretto a casa, quando è stato centrato in pieno da una Ford Fiesta che stava sopraggiungendo alle sue spalle. Violento l’impatto, che ha scaraventato il corpo del 36enne a qualche metro di distanza. Inutile la disperata corsa in ambulanza verso l’ospedale di Feltre: l’uomo è deceduto pochi istanti dopo essere giunto al Santa Maria del Prato per i gravissimi traumi riportati.

L’unica certezza, stando ai primi accertamenti effettuati dai carabinieri, è che il giovane pordenonese che si trovava alla guida dell’auto (e che nonostante il comprensibile stato di choc ha prontamente avvisato i soccorsi) stesse procedendo a velocità moderata, come confermerebbero i relativamente pochi danni riportati dalla parte anteriore del veicolo. Ricostruzione che al momento ha fatto escludere ai militari dell’Arma

della Compagnia di Feltre, che hanno eseguito i rilievi dell’incidente, l’ipotesi di omicidio stradale. A stabilire ufficialmente la causa del decesso di Andrea Prenot sarà comunque l’ispezione cadaverica a cui sarà sottoposto il corpo del feltrino, attesa nella giornata di domani. (ma.ce.)

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon