Quotidiani locali

“Vola” con l’auto nella piazzola calaltino tirato fuori dai vigili

Spettacolare fuori strada in via dell’Occhiale a Vallesella. Un 36enne finisce sul palo della luce prima di capottarsi più in basso. I soccorritori hanno dovuto tagliare i montanti della vettura

DOMEGGE DI CADORE. Perde il controllo dell'auto e “vola” dalla strada alla piazzola sottostante. È stato tenuto in osservazione tutta la mattina di ieri all’ospedale di Belluno, un 36enne di Calalzo, L.N., conducente della Kia Picanto finita fuori strada.

L’incidente autonomo si è verificato nella notte tra mercoledì e giovedì, a Vallesella, all'altezza dell'Henry bar: il giovane di Calalzo, rimasto incastrato nell’abitacolo, non ha riportato traumi gravi tali da essere ricoverato, benchè la scena che si è presentata ai suoi soccorritori abbia fatto pensare decisamente il contrario, l’altra notte. Solo botte ed escoriazioni e nessun trauma interno: il 36enne è stato dimesso nella giornata di ieri.

Era l'1.19 della notte quando la Kia Picanto è sbandata nella doppia curva, percorrendo la statale in direzione di Auronzo, nel tratto chiamato via dell'Occhiale: il guard rail ha fatto da trampolino e la Kia è letteralmente volata su un palo della luce, piegandolo, prima di capottarsi al suolo, su un fianco, nel parcheggio sottostante. La piazzola dove è “atterrata” la Kia è quella dove parte la strada per i campi sportivi di Vallesella. Il conducente è rimasto intrappolato nell'abitacolo della Picanto: all'arrivo dei soccorritori era cosciente ma chiaramente sotto choc. È stata una pattuglia dei carabinieri di Vigo a passare di lì nell’immediatezza e a dare l’allarme per i soccorsi.

I vigili del fuoco di Pieve e i vigili del fuoco volontari di Calalzo hanno dovuto tagliare i montanti della vettura per poter estrarre l'uomo dalla macchina e aiutare i sanitari a caricarlo sulla lettiga.

Il calaltino ferito, durante le operazioni, ha continuato a parlare e veniva considerato abbastanza vigile, benchè sotto choc per la paurosa dinamica che lo ha visto sfortunato protagonista dell'incidente. Un volo di alcuni metri quello fatto dal piano stradale al parcheggio sottostante. Caricato in ambulanza, L.N. è stato trasferito all'ospedale di Pieve e poi spostato al San Martino di Belluno: gli accertamenti diagnostici non hanno evidenziato nulla di grave, tanto è vero che ieri ha potuto far rientro a casa.

Della ricostruzione della dinamica si stanno occupando i carabinieri di Vigo che hanno effettuato i rilievi. Non ci sono tracce di frenata sull’asfalto, e questo limita a poche le ipotesi sulle cause, tra le quali un colpo di sonno. Non c’era brutto tempo e anche la temperatura non era bassissima o tale da far pensare a lastre di ghiaccio che abbiano fatto perdere aderenza al mezzo. Come

prassi, gli inquirenti hanno anche chiesto ai sanitari le analisi del sangue per verificare tutto: poi il giovane dovrà essere sentito per spiegare l’accaduto. Al lavoro anche i tecnici dell'Enel per il ripristino della funzionalità del palo della luce, quasi abbattuto. (cri.co.)

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori