Quotidiani locali

Patrick Barattin al Mese del libro con il suo Job’sCool

Chies d’Alpago. Il 19enne di San Martino presenterà il software studiato per semplificare la burocrazia

CHIES D'ALPAGO. Un software per rendere più facile il lavoro degli altri. Si chiama Job'sCool e lo ha inventato e realizzato Patrick Barattin, 19 anni, di San Martino di Chies, iscritto fino allo scorso anno all'Iti Segato di Belluno e oggi studente universitario al primo anno alla facoltà di Ingegneria dell'informazione e Organizzazione di impresa a Trento.

Domenica 26 febbraio Patrick presenterà il suo lavoro a Lamosano (alle 16 in sala polivalente) dove sarà ospite della settima edizione del Mese del libro. Grazie al progetto ministeriale Alternanza scuola-lavoro, Barattin ha avuto modo di intraprendere una vera esperienza professionale realizzando un software gestionale che, dopo pochi giorni dall'esame di maturità dove ha costituito la sua tesina, è diventato un prodotto smart molto richiesto da diverse scuole venete e che si sta espandendo rapidamente anche in altre regioni.

Tutto infatti è iniziato con l'esperienza alla ditta Larin di Belluno che si occupa di comunicazione, siti web e pubblicità, cioè l'azienda che Patrick ha scelto per il suo tirocinio e dove la curiosità, la voglia di scoprire e di crescere, ma anche il suo senso pratico, hanno trovato terreno fertile per maturare questo progetto informatico in grado di semplificare i carichi burocratici e le pratiche di rendicontazione delle ore spese in azienda che spesso rallentano il percorso.

Una marea di carte che Patrick stesso ha dovuto affrontare per accedere al programma ministeriale di interazione tra studio e lavoro. «Durante il tirocinio mi sono reso conto della complessità burocratica nella gestione delle pratiche, così ho pensato di sviluppare un software in grado di semplificare l'intero processo», spiega, «ed è stato proprio partendo da questa necessità che ho voluto creare un programma utilizzando gli standard di mercato appresi in azienda e rendendolo non solo utile, ma anche bello e facile da usare».

Un progetto scolastico che Patrick Barattin ha portato avanti per mesi fino a farlo diventare la propria tesi di maturità. E da materia di studio è diventato un lavoro a tempo di record. Poche ore dopo il neo diplomato era già a colloquio con il titolare dell'azienda bellunese, Marco Da Rin, per progettare il lancio del nuovo software sul mercato. Un programma basato sull'accesso a un sito web gestibile da qualunque dispositivo e sistema operativo.

Le richieste per utilizzarlo arrivano da scuole tecniche ma dai licei che, sebbene abbiano meno ore in programma, hanno l'obbligo di assolvere al progetto di alternanza tra studio e lavoro. «Ora sto continuando a lavorarci tenendo conto delle esigenze delle scuole e cercando di rendere il software sempre più appetibile dal mercato. Mi piace l'idea che chiunque possa contribuire per accrescere le conoscenze condividendole con persone di tutto il mondo». E il futuro? «Non ho ancora deciso la mia specializzazione,

le tante varianti e il work in progress di questa materia mi inducono piuttosto a individuare le nuove tendenze, il futuro applicativo dell'informatica. Non mi dispiacerebbe comunque far crescere ulteriormente questo progetto di avvicinamento tra il mondo del lavoro e della scuola».

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon