Quotidiani locali

furti

Ladri a Formegan di Santa Giustina, visitate cinque case

Il raid nella notte, forzate le finestre grazie al classico buco con il trapano, il giallo dell’impronta di un bambino

SANTA GIUSTINA. Hanno battuto a tappeto la frazione di Formegan prendendo di mira cinque abitazioni, forzando le finestre usando in tutti i casi la medesima tecnica e pescando qua e là tra oggetti più o meno di valore e non disdegnando nemmeno il cibo in alcuni frigoriferi. Un raid in piena regola sul quale stanno indagando i carabinieri di Feltre che hanno ricevuto le chiamate dei proprietari, i quali si sono accorti al mattino di quanto accaduto. I militari hanno eseguito i rilievi cercando elementi utili per individuare i responsabili. Tra gli elementi curiosi, sembra che almeno in un caso sia stata rilevata l’impronta di un piccolo piede nudo, forse appartenente a un bambino.

La banda ha mostrato di agire con calma e soprattutto di sapere cercare delle alternative laddove si sono manifestati degli ostacoli. In un caso i ladri hanno recuperato una scala nel giardino della casa che avevano intenzione di colpire, ma una volta saliti sopra si sono resi conto che era troppo corta per raggiungere la finestra. La banda non si è persa d’animo, si è spostata nel giardino dei vicini recuperando una scala più lunga con cui hanno raggiunto la finestra dalla quale poi sono entrati in casa.

Un foro precisissimo nell’infisso e via, dentro le abitazioni.In casa di F.B. i ladri hanno agito indisturbati. Nessuno ha sentito niente. Una volta forzata la finestra sono entrati nel soggiorno - cucina dell’abitazione. Qui hanno rovistato velocemente nei cassetti, prima di andarsene. L’amara scoperta al mattino: «Abbiamo visto un po’ di trucioli sul pavimento e la finestra aperta. C’era un po’ di confusione e soprattutto mancava la mia tuta da sci», racconta il padrone di casa. «Dentro avevo le chiavi di casa e il mio skipass stagionale del Dolomiti Superski, che ho subito bloccato».

Un bello spavento, ma per fortuna il bottino è alquanto misero: «Mi sono svegliato alle due nel pieno del la notte, forse sono stato proprio io a disturbarli».

Il bilancio della notte racconta di altre quattro

case visitate, anche se il colpo non è riuscito dappertutto. I ladri hanno dimostrato spirito di adattamento: il bottino non è clamoroso in nessuna delle case, ma i malviventi hanno mostrato di accontentarsi: in una delle case si sono anche mangiati uno yogurt.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore