Quotidiani locali

È il giorno della verità urne aperte dalle 7 alle 23 

Sono chiamati a esprimersi quasi 85 mila bellunesi, residenti in tredici Comuni Test importante a Belluno e Feltre, Cortina supera l’era del commissariamento

BELLUNO. Sette candidati sindaco e quasi trecento candidati consiglieri (295 per la precisione) si sfidano per entrare a Palazzo Rosso. È il giorno delle elezioni per il rinnovo del consiglio comunale. Si vota a Belluno e in altri dodici Comuni: Feltre, Cortina, Auronzo, Cesiomaggiorr, Falcade, Fonzaso, Lamon, Pieve di Cadore, Rivamonte Agordino, San Gregorio nelle Alpi, Soverzene e Tambre. Le urne apriranno alle 7 e si chiuderanno alle 23. A seguire ci sarà lo spoglio.

Ieri pomeriggio sono stati allestiti i seggi. Un’operazione durata circa un’ora e mezza, con le commissioni che hanno ricevuto le schede, le hanno contate e hanno predisposto tutto il necessario affinché oggi gli elettori possano esercitare il loro diritto/dovere.

Si vota in tredici Comuni. Sono chiamati alle urne complessivamente 84.966 elettori, 33.272 dei quali residenti nel capoluogo (sono compresi i bellunesi all’estero). A Cencenighe non si è presentata nessuna lista e quindi dopo William Faè arriverà il commissario prefettizio. A Rivamonte e Pieve si è presentato un solo candidato sindaco, che combatte solo contro il quorum.

A Belluno e Feltre si ripresentano i sindaci uscenti, che cercano la rielezione contro una nutrita pattuglia di candidati. Nel capoluogo sono in corsa Jacopo Massaro, Paolo Gamba, Paolo Bello, Franco Gidoni, Franco Roccon, Stefano Messinese e Elder Rambaldi; a Feltre Paolo Perenzin sfida Michele Balen, Cristian Tatto, Moreno Scopel, Alberto Molin, Giuseppe De Cet. Cortina invece va al voto dopo un anno di commissariamento, dovuto alle dimissioni di Andrea Franceschi.

Trasporto disabili e anziani. Nel capoluogo si vota in trantaquattro seggi, e trenta di questi sono accessibili anche alle persone diversamente abili. Per garantire a tutti i cittadini la possibilità di votare per il sindaco, inoltre, il Comune ha organizzato un servizio di trasporto per i disabili (con il Comitato d’intesa) e per gli anziani. Questi ultimi possono telefonare all’ufficio elettorale, al numero 0437 913133, dalle 8 alle 18 di oggi, per prenotare il servizio che sarà svolto dalla Protezione civile comunale.

La scheda. Per votare è necessario presentarsi al seggio, indicato sulla scheda elettorale, con la scheda stessa e con un documento di identità valido. Qualora la scheda sia rovinata, o non abbia più spazi liberi, bisogna richiederne un duplicato all’ufficio elettorale, che sarà aperto oggi dalle 7 alle 23. Anche in caso di smarrimento della scheda se ne può richiedere una nuova: basterà presentare una autodichiarazione che attesti l’avvenuto smarrimento.

Attenzione al telefonino. In cabina non si può usare il cellulare: attenzione, perché si rischia una multa pesante e anche l’arresto (il voto, per legge, è segreto).

I risultati. Gli scrutatori inizieranno lo spoglio a partire dalle 23 di questa sera. Aggiornamenti sui risultati saranno disponibili in tempo reale sul sito www.corrierealpi.it e sul portale della Prefettura. La Prefettura allestirà una sala stampa per seguire lo spoglio. Anche il Comune trasmetterà i dati, in vari modi: saranno proiettati
su uno schermo in sala consiliare, al secondo piano del municipio (aperto fino alla conclusione delle operazioni) e nell’atrio di Palazzo Rosso, ma anche tramite i canali Facebook e Twitter istituzionali. L’hashtag di riferimento è #elezioniBL.

©RIPRODUZIONE RISERVATA



TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik