Quotidiani locali

Un malore sul Nevegal e incidenti sui sentieri

Numerosi gli interventi di soccorso con elicottero sulle montagne bellunesi Il ciclista caduto sabato sera e portato in Rianimazione sta migliorando

BELLUNO. Malori, infortuni, qualche lieve trauma. Sono stati numerosi, ieri, gli interventi di soccorso sulle montagne bellunesi, prese d’assalto da turisti e escursionisti. Tutti, però, non gravi.

L’elicottero di Pieve di Cadore è decollato la prima volta verso mezzogiorno, destinazione il piazzale del Nevegal. Un uomo si era sentito male. Imbarcato, D.P., 52 anni di Belluno, è stato trasportato al Pronto soccorso dell’ospedale San Martino, ma è stato dimesso dopo poco perché nel frattempo le sue condizioni si erano stabilizzate ed erano migliorate.

Pochi minuti dopo le 13, invece, l’elicottero del soccorso è decollato da Pieve di Caore in direzione della Val Zemola, in comune di Erto-Casso (Pordenone), in accordo con il Soccorso alpino della Valcellina, per un torrentista che si era infortunato prima di entrare nella gola che passa sotto il ponte della strada. Recuperato dal tecnico di elisoccorso con un verricello di 40 metri, L.L., 49 anni di Venezia, che faceva parte di un gruppo, è stato trasportato all’ospedale di Belluno con una possibile lussazione alla spalla.

Contemporaneamente il Pelikan di Bolzano è intervenuto lungo il sentiero numero 638 al Piz Boè, nel comune di Livinallongo del Col di Lana, in aiuto di un’escursionista straniera che si era procurata un sospetto trauma alla spalla.

Infine l’eliambulanza di Pieve di Cadore è volata sul Sorapiss, Cortina d’Ampezzo, poiché, uscita dal sentiero 217 che porta al Rifugio Vandelli con il compagno e trovatasi in un tratto ripido, una ragazza di 24 anni di Crema si era impaurita e non era più in grado di proseguire. Individuati, entrambi gli escursionisti sono stati imbarcati in hovering e trasportati a valle.

Infine, resta ricoverato in Rianimazione ma sta meglio il ciclista di 58 anni che sabato pomeriggio è caduto, ferendosi. L’uomo, B.C. di 58 anni, di Belluno, si trovava in via Barozzi quando ha perso il controllo della bicicletta ed è caduto. L’impatto con il terreno gli ha provocato un trauma al torace che gli creava difficoltà respiratorie.

L’uomo è stato portato prima al Pronto soccorso dell’ospedale di Belluno e, da qui, trasferito in Rianimazione, in prognosi riservata. Ieri
però le sue condizioni erano date in miglioramento. Il 58enne fino a ieri sera era sempre monitorato in Rianimazione, ma la prognosi non era più riservata. È probabile che già oggi i medici decidano per il trasferimento in reparto.

Alessia Forzin

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro