Quotidiani locali

auronzo

Camper, un parcheggio selvaggio che sta esasperando i residenti

Auronzo. Quasi nessuno sosta nell’area ad hoc, preferendo le sponde del lago o la zona Tre Cime Un dossier già recapitato al sindaco Pais Becher: «Non vogliamo essere meta del “turismo cafone”»

AURONZO. Parcheggio selvaggio sulle rive del lago di Misurina. La denuncia arriva via Facebook, con tanto di minuziosa rassegna fotografica annessa, e porta la firma di alcuni cittadini auronzani che lamentano una situazione fuori controllo con l’approssimarsi del Ferragosto.

Il problema non è solo a Misurina, visto che un trattamento simile è stato riservato anche ad Auronzo, nello specifico alla zona di partenza degli impianti di risalita di monte Agudo, dove l’adiacente parcheggio Taiarezze è stato preso d’assalto non solo dai camper ma anche da turisti senza scrupoli, con grigliate all’aperto in un’area dove bivacco e pic nic sono vietati e dove addirittura nelle ore serali il parcheggio risulta off limits. In attesa dei nuovi parcheggi di Misurina, chiamati a liberare il lungolago dalla presenza di automezzi di ogni tipo e dimensione, la situazione ad oggi si presenta piuttosto complicata.

Al centro della protesta ci sono soprattutto i camper che, nonostante un’area ad hoc a loro riservata e di recente realizzazione nella piana della Loita lungo la strada che porta alle Tre Cime, stazionano indisturbati anche per più giorni nei parcheggi riservati alle autovetture proprio in riva al lago. Una panoramica su quanto sta accadendo è stata recapitata sia al sindaco Tatiana Pais Becher e sia all’assessore al Turismo, Camilla Larese De Santo, ai quali viene richiesto se non altro maggior controllo su una situazione che, alle porte del Ferragosto, pare fuori controllo.

«Alla faccia del progetto di sviluppo turistico di Misurina», sbottano inviperiti i promotori della protesta che, come detto, sconfina fino a raggiungere il centro di Auronzo dove, a quanto pare, si registra un problema più ampio di gestione della viabilità e dei parcheggi strettamente collegato ad una convenzione firmata nei giorni scorsi dal Comune di Auronzo con quello di Pieve e che prevede il “prestito”, anche se temporaneamente e per un breve periodo, dell’attuale comandante di polizia municipale, Roberto Rossetti, chiamato dunque a fare la spola tra il paese delle Tre Cime e quello del Tiziano. Una scelta bollata dagli stessi cittadini come poco opportuna, soprattutto perché coincide con un periodo di grande afflusso
turistico in paese. Il problema dei parcheggi selvaggi sembrerebbe da rimandare proprio al mancato controllo capillare, ritenuto invece fondamentale per evitare di annoverare anche Auronzo tra le mete preferite del “turista cafone”, sulla cresta dell’onda in questa folle estate italiana.

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics