Quotidiani locali

la guida 

Alle urne sindaci e consiglieri i voti pesano in modo diverso

BELLUNO. Il 10 settembre sindaci e consiglieri comunali di tutto il Bellunese sceglieranno il nuovo presidente della Provincia. Un’elezione necessaria, perché l’11 giugno, con la sconfitta ad Auronzo...

BELLUNO. Il 10 settembre sindaci e consiglieri comunali di tutto il Bellunese sceglieranno il nuovo presidente della Provincia. Un’elezione necessaria, perché l’11 giugno, con la sconfitta ad Auronzo di Daniela Larese Filon, Palazzo Piloni ha perso la sua guida. Presidente, infatti, in base alla legge Delrio deve essere un sindaco. In corsa due candidati: Roberto Padrin e Mario Manfreda.

Quando si vota. Domenica 10 settembre dalle 8 alle 20 ma è molto probabile ci sia una deroga e le urne rimangano aperte fino alle 22. Lo spoglio delle schede avverrà a seguire. Il nuovo presidente della Provincia rimarrà in carica 4 anni.

Chi vota. Solo i sindaci e i consiglieri comunali in carica alla data del 9 settembre. Quella per la Provincia è un’elezione di secondo grado, che non prevede la partecipazione dei cittadini. Gli aventi diritto al voto sono 723. Non saranno chiamati alle urne Pieve di Cadore e Cencenighe: i Comuni sono commissariati.

Come si vota. Una testa un voto, ma il peso è diverso. La legge Delrio prevede che il voto sia ponderato, cioè abbia un valore diverso in base alla popolazione del Comune. I voti più pesanti sono quelli di Feltre e Belluno, i meno pesanti quelli dei Comuni con meno di tremila abitanti.

Le fasce di ponderazione. A Belluno (fascia E) sono 33 i voti a disposizione e valgono 527 punti ciascuno, a Feltre (fascia D) 17 e valgono 590 punti ciascuno. In fascia C ci sono i Comuni con popolazione fra 5001 e 10 mila abitanti. Il voto vale 258 punti a Sedico, Ponte nelle Alpi, Alpago, Santa Giustina, Mel, Cortina, Longarone e Limana. Nella fascia B (fra 3001 e 5 mila abitanti) ogni voto vale 147 punti. Sono in questa fascia Trichiana, Pedavena, Agordo, Cesiomaggiore, Val di Zoldo, Auronzo, Quero-Vas, Fonzaso, Sospirolo, Lamon.

Nella fascia A (meno di tremila abitanti) il voto di ogni sindaco o consigliere vale 62 punti. Comprende 43 Comuni: Lentiai, Alano, S. Stefano, Domegge, Seren, Arsiè, Comelico Superiore, Calalzo, Falcade, Valle, San Vito, Taibon, San Pietro, San Gregorio, Sovramonte, Vigo,
Lozzo, Tambre, Chies, Cencenighe, Livinallongo, Alleghe, Rocca Pietore, Sappada, Canale, La Valle, Voltago, Vodo, Borca, Gosaldo, San Tomaso, Rivamonte, Lorenzago, Selva, Vallada, Danta, Cibiana, Soverzene, San Nicolò Comelico, Colle Santa Lucia, Perarolo, Ospitale, Zoppè. (a.f.)

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie