Quotidiani locali

Cameriera di colore con vestito locale, turista si lamenta

Un giudizio lasciato su Tripadvisor scatena le polemiche, il portale ha cancellato il post

Recensione Cortina, l'autore: "Rimasto a un vecchio concetto: in montagna mi aspetto Heidi con le treccine" "Non ho apprezzato che a servire con un costume ampezzano fosse una persona di colore". La frase è tratta dalla critica, al centro delle polemiche, sulla pagina di Tripadvisor del ristorante El Brite de Larieto di Cortina d'Ampezzo. A scriverla è stato Fabio Cenerini, capogruppo della Lista Toti, schieramento di centrodestra che fa riferimento al governatore della Liguria, in consiglio comunale alla Spezia: "Era un'opinione pacata: se andassi in Marocco non mi piacerebbe trovare un altoatesino biondo che mi serve al ristorante. E in un ristorante cinese vorrei personale cinese. Non devo chiedere scusa a nessuno, ma se la ragazza ci è rimasta male mi dispiace e non era mio intento".intervista di Ilaria Iacoboni (Radio Capital)

Il giudizio del cliente del ristorante El Brite de Lariero di Cortina, su Tripdavisor non c'è più. Nel pomeriggio di oggi, mercoledì, il post è stato tolto.

La ragazza in costume. «Il ristorante? Un posto incantevole, ma sinceramente non ho apprezzato che a servire, con un costume di stile ampezzano, fosse una persona di colore». È la critica che un utente di Tripadvisor residente a La Spezia ha postato dopo aver cenato a fine agosto al ristorante El Brite de Larieto di Cortina d'Ampezzo.

Quando i giovani proprietari del locale, Ludovica e Riccardo Gaspari, datori di lavoro della giovane, che ha 26 anni, originaria della Guinea Bissau e vive e lavora a Verona da diversi anni, hanno visto la recensione non hanno creduto ai loro occhi e hanno sottoposto il commento al giudizio dei gestori del portale, sottolineando il pregiudizio e l'incitamento all'odio che vi erano contenuti.

La prima risposta. Immediata la risposta di Tripadvisor, come riporta il Corriere del Veneto: «La recensione rispetta le nostre linee guida. La nostra community è globale e multiculturale». La spiegazione data dal portale sottolinea che «proprio perché si tratta di un contesto unico e diversificato, certi modi di dire, termini in gergo o frasi che possono essere considerate ingiuriose per qualcuno, possono non esserlo per altri».

«Questo ragionamento è assurdo - dice Ludovica Gaspari - tutto il personale veste un costume tradizionale e non ho intenzione di farlo cambiare ad una mia cameriera solo perché è di colore. Perché se si tratta di una ragazza africana deve dare fastidio?». Il ristorante, sottolinea, «ha sempre avuto personale di nazionalità diversa: per noi conta la professionalità e la bravura, non il colore della pelle». 

Il post cancellato. Al pomeriggio, dopo che la notizia è rimbalzata sull'Ansa e su tutti i mass media, il portale ha tolto il post del cliente.

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro