Quotidiani locali

Il progetto “Scuola senza zaino” decolla alla materna Zattieri

Vertice tra i Comuni di Ponte nelle Alpi e Soverzene e l’istituto comprensivo per il via all’iniziativa Da questo anno scolastico i bambini andranno all’asilo con una borsettina in stoffa uguale per tutti

PONTE NELLE ALPI. Mancano poche settimane all’avvio dell’anno scolastico. E per l’asilo intitolato agli “Zattieri del Piave” c’è una novità: prenderà infatti il via il progetto “A scuola senza zaino”.

La notizia era già stata anticipata nei mesi scorsi dal dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Ponte nelle Alpi, Orietta Isotton. E il progetto era stato presentato all’assemblea dei genitori, che avevano accolto con favore l’avvio dell’iniziativa, che ora è pronta a partire. Martedì l’incontro tra il Comprensivo e le amministrazioni di Ponte e Soverzene.

«Nel momento in cui abbiamo aderito alla rete nazionale delle scuole “Senza zaino” si è subito sviluppato un significativo interesse da parte delle istituzioni del territorio. Questo ha creato le condizioni per la realizzazione del progetto», dice Isotton. «Nella rete di chi lo supporta, oltre ai Comuni, ci sono anche l’associazione Nuovi Orizzonti e l’azienda Seribell».

«Tutti i bambini, con il nuovo anno scolastico, andranno all’asilo con la stessa borsettina di stoffa che è stata realizzata appunto da Nuovi Orizzonti. Grafica e stampa sono della Seribell», commenta Lucia Da Rold, assessore all’istruzione di Ponte. Ma “A scuola senza zaino” prevede anche aule e ambienti arredati con mobilio funzionale e dotati di una grande varietà di strumenti didattici, banchi a isola per il lavoro di gruppo, arredamento con colori vivaci. Oltre a un modello educativo ispirato a responsabilità, comunità e ospitalità. I docenti del Comprensivo di Ponte hanno deciso all’unanimità di introdurre questo progetto alla scuola materna: «La scelta è motivata dalla convinzione che sia necessaria la gradualità nell’introduzione di un approccio innovativo come questo e che il primo segmento scolastico rappresenti il contesto più adatto», dice ancora Isotton.

Se poi il progetto (nato a Lucca nel 2002 e attivo ora in 188 scuole di tutta Italia) dimostrerà di funzionare, l’obiettivo è estenderlo anche alla scuola elementare. «L’iniziativa – che attua concretamente quanto prevedono le nuove indicazioni nazionali, con particolare riferimento all’educazione alla cittadinanza – ha previsto una formazione capillare dei docenti della scuola dell’infanzia “Zattieri del Piave”, che hanno accolto questa sfida con una forte motivazione. Le insegnanti Rossella Bez ed Elisabetta Savaris hanno conosciuto la realtà delle scuole “Senza zaino” della Toscana e partecipato ad eventi nazionali, riuscendo poi a trasmettere alle colleghe il loro entusiasmo».

«Sia come amministratore che come insegnante non posso che essere soddisfatta
dell’avvio di questo progetto», aggiunge Lucia Da Rold che, con il sindaco Paolo Vendramini, sottolinea che “A scuola senza Zaino” sia «una delle iniziative che vanno nell’ottica del continuo miglioramento dell’offerta formativa per i nostri studenti».

Martina Reolon

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie