Quotidiani locali

Cinque lustri di impegno per Croce verde zoldana

L’associazione ha festeggiato il traguardo inaugurando una nuova ambulanza Superata la crisi di volontari di un anno fa, ora sono 43 le persone impegnate

VAL DI ZOLDO. L’inaugurazione della nuova ambulanza ha fatto da ciliegina sulla torta alla festa per i 25 anni di attività della Croce verde di Zoldo. «È un traguardo che mi rende orgoglioso», esclama un soddisfattissimo presidente della Croce verde, Rolando Federa. «È un traguardo che ha radici antiche nello spirito di solidarietà della nostra gente. È grazie a questa predisposizione d’animo che quando qualche anno fa l’associazione si è trovata in grande difficoltà il desiderio di “mettersi in gioco” di nuovi volontari ci ha permesso di ripartire con ancora più vigore: adesso sono 43. Questo traguardo è uno stimolo a migliorarci sempre più».

«Questa festa sta a dimostrare che le difficoltà dell’anno scorso sono state superate», ha commentato il sindaco Camillo De Pellegrin, «e lo sta a dimostrare l’arrivo del nuovo gioiellino che viene inaugurato. Naturalmente la presenza di tanti volontari è un buon auspicio per il futuro».

La festa è iniziata con la messa officiata da don Paolo Cordelle e resa più solenne dalla presenza del coro parrocchiale, dai tanti volontari della Croce verde, dai rappresentanti di varie associazioni di soccorso (Colle Santa Lucia, Selva di Cadore, Rocca Pietore, Alleghe, Val Bois, Valbelluna e Alpago) e da numerosi fedeli.

All’omelia don Paolo ha sottolineato: «Già dal colore rosso delle vostre divise si intravede una festa importante. Voi siete umili e disponibili verso i bisogni della popolazione senza vanagloria. La vostra opera è molto importante in queste zone di montagne. E la gente ve ne è grata».

È seguita la benedizione dall’ambulanza: doppia perché pioveva.

Poi il gruppo di più di cento persone ha raggiunto il ristorante dell’hotel Valgranda per il pranzo comune. Fra un piatto e l’altro sono stati consegnati attestati di benemerenze.

Il più festeggiato è risultato il presidente Federa, socio fondatore e presidente dal 18 anni. Gli vogliono tutti bene perché riesce a far squadra. È stato anche presentato e consegnato il volume che festeggia i 25 anni dell’associazione, portati “a sirene spiegate”.

«Oggi», la chiosa finale del presidente, «la Croce verde di Zoldo è una realtà importante, viva e preziosa. Ha una sede propria a fianco del municipio, dispone di un garage moderno pronto a ospitare la nuovissima ambulanza, può contare su volontari ben addestrati e, periodicamente aggiornati sulle
tecniche di soccorso e su tutto quanto possa essere utile a svolgere con competenza il loro delicato servizio. E, quello che conta di più, ha trasportato oltre 3.500 ammalati e infortunati percorrendo più di 500.000 chilometri».

Mario Agostini

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik