Quotidiani locali

Presto un bando per l’ostello di Sedico

Pronte entro dicembre le opere per la Via dei Papi: «Stiamo facendo ragionamenti ad ampio raggio»

SEDICO. La Via dei Papi sta diventando realtà. I lavori stanno procedendo secondo il cronoprogramma e i cantieri si avviano verso la chiusura. Come quello di Sedico, comune che è capofila del progetto e in cui sono in corso gli interventi più consistenti, nella zona della stazione di Bribano.

«Per l’info point dedicato ai turisti-pellegrini c’è stato qualche piccolo ritardo, ma ora il tutto è tornato il linea ed entro l’inizio di dicembre le opere saranno terminate» sottolinea il sindaco, Stefano Deon. «Stesse tempistiche per l’ostello, che sta prendendo forma nel primo piano dell’edificio». Una volta chiuso il cantiere si dovrà pensare a tutti gli aspetti relativi alla promozione e alla comunicazione dell’itinerario. «Stiamo facendo ragionamenti a largo raggio» continua Deon, «e valutando diverse possibilità, anche per quanto riguarda la gestione dell’ostello, che non sarà sicuramente portata avanti in toto dal Comune. Di certo predisporremo un bando. A breve contiamo di dare notizie aggiornate».

La Via dei Papi è il percorso della fede che si svilupperà da Ponte nelle Alpi a Feltre. Prevede la realizzazione di quattordici interventi in dieci comuni. Insieme a Sedico ci sono Ponte nelle Alpi, Belluno, Santa Giustina, Sospirolo, Cesiomaggiore, San Gregorio nelle Alpi, Feltre, Lentiai e Mel. Al lavoro, da questa primavera, c’è l’associazione temporanea di imprese composta dalla ditta Terna Costruzioni di Follina e dalla Dg Termotecnica Della Giustina di Vittorio Veneto. Le opere devono essere rendicontate in Regione Veneto (che finanzia il progetto al 92 per cento, con un complessivo di 680 mila euro, ndr) entro marzo 2018. A Ponte si sta lavorando per sistemazione dell’area dell’anfiteatro Sanidor e con l’illuminazione in viale Cadore. A Belluno con la realizzazione di un parcheggio a Villa Montalban. A Sospirolo gli interventi riguardano un sentiero a Sass Muss e a Cesiomaggiore l’area di fronte alla chiesetta Madonnetta di Pez.

A San Gregorio si arriverà ad avere un punto panoramico al Museo delle Zoche e, come a Santa Giustina, gli interventi interessano il tratto sul tratto ponte Velos – Sartena.
A Feltre si sta sistemando il parco del seminario e la strada vicinale in località Triol, mentre a Mel i lavori si concentrano su Praderadego e sulla chiesetta del santi Fermo e Rustico. A Lentiai si tratta di sistemare il tratto di ciclabile fra Cesana e il cimitero. (m.r.)

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik