Quotidiani locali

La protesta: senza linea telefonica dal 7 novembre

Val di Zoldo. L’ex sindaco Lucia Colussi: «I cavi si sono spezzati, ma Telecom tarda a intervenire»

BELLUNO. Dal 7 novembre con la linea telefonica isolata. Accade nella frazione di Iral, in quello che, prima della fusione, era il comune di Zoldo Alto.

A segnalare il problema è Lucia Colussi. «I cavi della linea che interessa la mia abitazione si sono spezzati e sono caduti a terra», spiega. «Da allora, nonostante le numerose segnalazioni, nessuno si è fatto vivo, il mio telefono è muto e siamo isolati. Non è una bella situazione e siamo alle porte dell’inverno».

La rottura dei cavi, come si diceva, si è verificata il 7 novembre. «Mio marito e io abbiamo i cellulari ma non sempre c’è campo», continua la Colussi, già sindaco di Zoldo Alto. «Proprio per questo teniamo la linea fissa: oltre che per accedere a internet, anche per una questione di sicurezza, per poter fare chiamate ed essere raggiungili, visto anche che abbiamo entrambi problemi di salute».

Tante le chiamate fatte alla Telecom, ma ancora nessun operatore è intervenuto. La Colussi, vedendo tutto fermo, ha fatto presente la situazione anche al sindaco del Comune di Val di Zoldo, Camillo De Pellegrin, e alla Prefettura di Belluno. «Il problema del telefono isolato, in questo momento, riguarda solo la mia abitazione», prosegue la Colussi, «ma c’è anche da dire che i cavi delle linee telefoniche, nel paese, sono in generale piuttosto disastrati. Già qualche anno fa, nell’inverno colpito dalle forti nevicate, gli schianti delle piante avevano provocato l’interruzione del servizio. È una questione di manutenzione e le linee, purtroppo, sono abbandonate a se stesse».

«Sono stato informato del disservizio. L’intervento è di competenza della Telecom e la signora Colussi ha perfettamente ragione a lamentarsi: sono passate tre settimane da quando si è verificato il guasto», commenta De Pellegrin. «Mi auguro che l’intervento venga fatto nel più breve tempo possibile. Purtroppo questa situazione mi fa pensare che, quando il problema riguarda un numero basso di utenti, Telecom tenda a rimandare la sistemazione».

Il primo cittadino annuncia anche che l’azienda si sta attivando per l’implementazione della fibra ottica. «A maggior ragione Telecom dovrà procedere riparando le linee telefoniche», sottolinea De Pellegrin. «Detto questo, a breve partiranno gli interventi per la posa della fibra nella parte bassa del Comune, per
poi andare a coinvolgere anche la parte alta. Sono opere che garantiranno una connessione internet molto più veloce. Allo stato attuale, infatti, siamo messi piuttosto male. Non si parla ancora di banda larga, ma stiamo lavorando affinché anche questa arrivi in Val di Zoldo».(m.r.)

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik