Quotidiani locali

comelico superiore 

Monsignor Zanderigo muore a 98 anni: domani i funerali

COMELICO SUPERIORE. Una lunga vita dedicata al sacerdozio. È morto ieri sera a casa «Padre Kolbe» di Pedavena monsignor Francesco Zanderigo Rosolo. Aveva 98 anni: era nato a Casamazzagno, in comune...

COMELICO SUPERIORE. Una lunga vita dedicata al sacerdozio. È morto ieri sera a casa «Padre Kolbe» di Pedavena monsignor Francesco Zanderigo Rosolo. Aveva 98 anni: era nato a Casamazzagno, in comune di Comelico Superiore, il 21 novembre 1919 ed era il più anziano tra i sacerdoti della diocesi. Fu ordinato sacerdote il 27 giugno 1943 dal vescovo Giosuè Cattarossi.

I suoi 74 anni di sacerdozio sono iniziati con il ministero di vicario cooperatore ad Auronzo (1943-1945), poi a Puos d’Alpago dal 1945 al 1946, quindi a Castion dal 1946 al 1947; nominato parroco a Goima (1947-1954), fu poi mansionario a Sappade (1954-1956), in comune di Falcade, e infine, per quasi cinquant’anni, cappellano della Casa di riposo di Belluno - Cavarzano (1956-2005).

Al servizio agli anziani e ammalati affiancò l’incarico di vicecancelliere vescovile di Belluno prima e poi delle due diocesi unite (dal 1963 fino al 2005). Ritiratosi dal servizio, per qualche mese soggiornò in casa dei parenti; aumentando i disagi dell’età, fu ricoverato a casa «Padre Kolbe».

Era anche canonico onorario della Basilica Cattedrale di Belluno: la nomina gli fu significata il 21 novembre 1999, al compimento degli 80 anni. Di don Francesco Zanderigo rimane nei confratelli e nelle molte persone che l’hanno incontrato nelle varie
comunità il ricordo di un uomo bonario e arguto, come di un sacerdote zelante e pio. Sempre contento del suo ministero, non privo però di qualche guizzo di originalità.

I funerali saranno celebrati domani alle 14.30 nella chiesa di Casamazzagno, in comune di Comelico Superiore.

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro