Quotidiani locali

Casa fantasma a Sharm: condannato

Quattro mesi di reclusione e 6 mila euro di risarcimento per la truffa all’amico

BELLUNO. Turisti in tribunale. Uno pensava di aver comprato un appartamento a Sharm El Sheikh. L’altro è stato condannato per truffa a quattro mesi di reclusione, più 6 mila euro di risarcimento danni e il risarcimento delle spese di costituzione di parte civile. Thierry Bruno Cardillo aveva già restituito una parte della caparra versata da un amico bellunese e adesso i due dovrebbero potersi considerare pari.

L’alloggio sul Mar Rosso non c’era allora e non c’è nemmeno adesso e la vicenda si è chiusa con la sentenza del giudice Feletto, che ha accolto le richieste del pubblico ministero Rossi e del difensore di parte civile Mauro Gasperin. Inevitabilmente diverse le conclusioni a cui era arrivato il difensore dell’imputato Dal Pozzolo, che al massimo potrebbe presentare appello.

I due uomini erano già stati in vacanza sul Mar Rosso, con le rispettive famiglie e si sono innamorati a tal punto di Sharm da scegliere di comprare un appartamento insieme. Magari l’avrebbero frequentato a periodi alterni. Secondo la ricostruzione della procura della Repubblica, la fantomatica trattativa è stata condotta da Cardillo, con la scusa che parla francese. Il futuro imputato deve aver mostrato un preliminare di acquisto e le fotocopie di due assegni all’altro, che si è fidato senza farsi troppe domande e ha fatto due bonifici per quasi 10 mila euro, in maniera da pagare la propria parte. Il contatto in Egitto doveva essere un certo Jasser che, una voltas contattato dall’acquirente bellunese, ha candidamente ammesso che non c’era alcun alloggio in vendita. Mai sentito nominare questo Cardillo, eventualmente se ne sarebbe ricordato.

Inevitabile la querela
per truffa, comprensibile il tentativo da parte dell’imputato di restituire almeno una parte dei soldi ricevuti in maniera illegittima. Dopo l’audizione di una serie di testimoni, ieri mattina si è arrivati alla discussione finale e alla sentenza di condanna.

Gigi Sosso

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista