Quotidiani locali

vigilanza 

La protezione civile tiene d’occhio la Busa del Cristo

BELLUNO. Volontari della protezione civile a guardia della frana. Fa freddo a Perarolo. Sul punto in cui ci sono le transenne, ieri mattina, c’erano i volontari di Soverzene e quelli della Val di...

BELLUNO. Volontari della protezione civile a guardia della frana. Fa freddo a Perarolo. Sul punto in cui ci sono le transenne, ieri mattina, c’erano i volontari di Soverzene e quelli della Val di Zoldo a impedire a chiunque di varcare la zona rossa, abitanti o curiosi che siano.

Altri hanno fatto la guardia durante la notte precedente, in turni di sei ore, a scrutare il versante della Busa del Cristo illuminato dalle fotoelettriche. Volontari che vengono ringraziati dal sindaco che all’ora di pranzo era con alcuni di loro e con gli anziani del paese, a Caralte per l’annuale appuntamento natalizio.

Il paese tiene gli occhi aperti da martedì sera, quando si
sono verificati i primi movimenti preoccupanti a monte della frana. E con gli abitanti ci sono le forze dell’ordine, i volontari, gli amministratori, sindaco in testa. In attesa che i tecnici di Venezia consentano di togliere la transenna e di far rientrare a casa gli sfollati.



TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik