Quotidiani locali

Pollicino premiato per la sua solidarietà

Il Coro Monte Dolada ha scelto l’associazione che si occupa dei bambini con una struttura a Petrosani

PONTE NELLE ALPI. Il Comitato Pollicino campione di solidarietà. Il premio è stato consegnato all’associazione dal Coro Monte Dolada sabato sera, nella chiesa arcipretale di Cadola, in occasione del 38° Gran Galà di Natale, che ha visto anche la partecipazione dei cori Conegliano, diretto da Diego Tomasi, e El scarpon del Piave di Spresiano, guidato da Marco Girardi.

Il riconoscimento è dal 2010 assegnato dalla formazione Monte Dolada a importanti organismi di volontariato che si distinguono a livello provinciale.

La serata, presentata da Giovanni Viel, ha subito lasciato spazio alla consegna dell’attestato di solidarietà da parte del presidente del coro, Alessandro Fullin, al Comitato Pollicino. Il premio è stato ritirato dalla presidente Morena Pavei e dal segretario Enrico Collarin. Per portare il loro saluto sono intervenuti il parroco don Giuseppe De Biasio, il consigliere regionale Franco Gidoni, la senatrice Raffaela Bellot, i sindaci dei Comuni di Alpago e Ponte, Umberto Soccal e Paolo Vendramini. La premiazione è stata accompagnata dalle immagini che scorrevano su un grande schermo e raccontavano, tramite la voce della Pavei, i primi 10 anni di Casa Pollicino, che si sono snodati tra enormi difficoltà e grandi soddisfazioni. Dalla visione degli squallidi quartieri della città romena di Petrosani si è passati a quelle dell’edificio «del colore del sole», come la Pavei ha definito la Casa Pollicino. «La struttura è stata realizzata ed è tuttora gestita dai volontari bellunesi. In questi anni la gioia più grande per noi è quella vedere il sorriso sui visi dei nostri bambini», ha evidenziato la presidente, ricordando che il progetto volto a dare accoglienza ai piccoli con forti difficoltà sociali e fisiche della città gemellata con Ponte è nato nel 2002. Oggi, grazie all’attività di una cinquantina di volontari bellunesi e alle tante iniziative per reperire fondi, la struttura di Petrosani può ospitare quasi un centinaio di bambini e di dare lavoro a 13 dipendenti
del luogo. Il Gran Galà di Natale è stato coronato dalla bravura dei cori i quali, acclamati da lunghi applausi, si sono esibiti tutti insieme. Infine, 150 persone, tra coristi e ospiti, si sono ritrovate in sala Savio per la cena preparata dagli alpini di Ponte-Soverzene. (m.r.)

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon