Quotidiani locali

«Caprile, una polemica assurda»

L’assessore regionale Caner smorza i toni sulla vicenda degli striscioni trentini

ALLEGHE . Una polemica «assurda». L’assessore regionale al turismo, Federico Caner, interviene così nella vicenda dello scalpore suscitato dall’esposizione – al mercatino di Caprile – di due striscioni promozionali del Trentino. Una vicenda nata a quanto pare da una iniziativa un po’ ingenua di un espositore ma che ha fatto molto discutere.

Caner, in ogni caso, ridimensiona la vicenda, dichiarandosi stupito per essere stato tirato in ballo – si era parlato di richiedere il suo intervento – in questa vicenda. «Se il Trentino si promuove in terra bellunese ci sarà pure qualcuno che a livello locale glielo ha permesso o che non ha valutato adeguatamente le caratteristiche dell’iniziativa stessa. Quel qualcuno non è certo la Regione che nulla ha a che fare con l’organizzazione di attività come
quelle dei mercatini», dice l’assessore. Che auspica invece «che le energie di quanti hanno interesse a promuovere la nostra montagna siano indirizzate a iniziative concrete piuttosto che a questioni futili che nessun beneficio portano al nostro turismo e alla nostra economia».



TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon