Quotidiani locali

belluno

De Col è fuori pericolo dopo il grave malore

I medici della Rianimazione hanno sciolto la prognosi sull’ex consigliere comunale di Faverga. Decisiva la rapidità dei soccorsi

BELLUNO. Sciolta la prognosi: De Col sta meglio. Merito anche della prontezza dei soccorritori. Le condizioni dell’ex consigliere comunale, che aveva sofferto di un grave malore sabato sera mentre transitava in auto sul ponte Bailey, erano migliorate già il giorno dopo e nel pomeriggio di ieri i medici del reparto di Rianimazione del San Martino hanno ulteriormente aumentato la loro fiducia in una guarigione abbastanza veloce. Franco De Col è sullo stesso letto delle prime ore, ma si mostra cosciente; non è più intubato, ma solo costantemente monitorato.

Ce la farà, anche se con calma e tanti ringraziamenti a chi sabato l’ha prontamente soccorso e rianimato sul posto. Erano le 18.45, quando il 48enne residente a Faverga stava transitando lungo il ponte sul Piave, a valle di quello della Vittoria sulla sua Renault Megane e si è sentito male. Si scoprirà solo più tardi che si è trattato di un problema cardiaco. Un automobilista che lo seguiva da vicino si è accorto del suo improvviso e ingiustificato rallentamento ed è stata anche la velocità della sua telefonata al 118 la chiave del salvataggio. L’ambulanza è arrivata velocemente dal Pronto soccorso dell’ospedale San Martino e i sanitari si sono occupati della rianimazione del paziente, mentre i carabinieri hanno provveduto a regolare la viabilità. Il ponte provvisorio è rimasto chiuso in entrambe le direzioni solo per pochi minuti.

È cominciata così una corsa a sirene spiegate verso viale Europa in codice 3, cioè in condizioni molto gravi. Un passaggio per il Pronto soccorso e poi il ricovero in Rianimazione. In serata, la direzione medica raccontava di prognosi riservata e situazione estremamente critica. Nella notte, la salute è progressivamente migliorata e già domenica mattina De Col non solo era tornato cosciente, ma non aveva nemmeno bisogno del respiratore. Ieri i dottori sono stati in grado di dire una parola più precisa e la fiducia si è trasformata in certezza nel fatto che il paziente si sarebbe piano pieno ripreso.

Franco De Col è una persona molto conosciuta e non solo nel Castionese. Nei primi anni Duemila, è stato consigliere comunale nell’amministrazione di centrosinistra De
Col. A livello più locale, è il segretario della Pro loco Pieve Castionese e la sua attività si allarga anche al mondo dello sport nel Gruppo sportivo Faverga. Gli amici che in queste ore si sono fatti sentire numerosi dovranno portare un po’ di pazienza, ma lo riavranno presto con loro.

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik