Quotidiani locali

Radio Abm, la voce degli emigranti

Tante iniziative nel primo anno di vita dell’emittente dei Bellunesi nel Mondo

BELLUNO. Una platea di ascoltatori in crescita, più di 100 mila, in tanti paesi del mondo. Più di 300 interviste a sindaci, presidenti di categoria, emigranti, artisti, scrittori, musicisti, opinionisti. E venti programmi radiofonici – dalla politica alla musica, passando per storia e cultura – a cui c’è l’intenzione di aggiungerne altri. Senza dimenticare la rassegna stampa quotidiana, le rubriche, le dirette esterne. Era il 25 dicembre 2016 quando iniziava ad andare in onda Radio Abm, la web radio ideata dall’Associazione bellunesi nel mondo. Emittente che da qualche giorno ha compiuto un anno di vita e di attività.

Il bilancio è buono, come tengono a far sapere dal sodalizio che ha sede in via Cavour, a Belluno. «In questi dodici mesi la web radio è cresciuta giorno dopo giorno grazie alla collaborazione di tanti volontari, che hanno messo a disposizione il proprio tempo per realizzare rubriche musicali, di storia locale, di informazione, di cultura e tanto altro», sottolineano dall’Abm. «Un grande grazie a tutte le persone che hanno collaborato e che continuano a farlo. Le porte sono sempre aperte per chi volesse dare una mano, o meglio, una voce».

Giorno dopo giorno sono cresciuti gli ascoltatori, dall’Italia e dal mondo. «Anche a loro un sentito ringraziamento per aver finora apprezzato questa nuova avventura», dicono ancora dall’Associazione. I principali paesi di ascolto, oltre all’Italia, sono Francia, Brasile, Svizzera, Stati Uniti, Canada, Argentina, Regno Unito, Germania, Belgio. Considerando invece le città, Rabio Abm registra i suoi “picchi” a Voltago Agordino, Venezia, Trento, Marsiglia, Zurigo, Londra, Vermilion, Urussanga.

Per il 2018 l’Abm darà avvio a nuovi programmi. E aumenteranno le dirette: «Per quanto riguarda i programmi, ne introdurremo uno sulla storia bellunese e i suoi personaggi. Uno speciale sarà dedicato alla figura di Papa Luciani. Faremo diverse dirette, una delle prossime sarà quella di “Dolomiti in scienza 2018”».

L’emittente va in onda non tramite frequenze, ma on line, tutti i giorni 24 ore su 24, e si può ascoltare in streaming attraverso il proprio computer, collegandosi al sito www. bellunesinelmondo. it o scaricando l’app dedicata (con sistema Android) su smartphone e tablet. Attiva anche l’applicazione per Apple. Radio Abm è una vera e propria “glocal radio delle Dolomiti”. L’obiettivo principale è avere un collegamento diretto con tutti gli emigranti, e non solo, sparsi nel mondo, in modo veloce ed efficace, portare quotidianamente ai bellunesi nel mondo un po’della loro terra di origine, per sentirsi più vicini e tenere vivo il legame. Per i bellunesi di seconda e terza generazione, che non conoscono bene l’italiano come gli emigranti storici, Radio Abm costituisce l’opportunità di fare un “corso di ascolto”. «Una dimostrazione che, a 50 anni, l’Abm non si è seduta sugli allori, ma pensa a ulteriori spunti per crescere», mettono in risalto dall’Associazione.

La sede dell’Abm, dallo scorso anno, si è attrezzata creando uno studio dedicato, professionale e insonorizzato, con tutta la strumentazione tecnica necessaria. «In questo primo anno, giorno dopo giorno, è cresciuta la lista di persone che hanno accettato l’invito a passare a trovarci in studio per un’intervista, una testimonianza, una chiacchierata, permettendoci di far conoscere le tante realtà che a livello
sociale, culturale, economico e politico animano il territorio bellunese», continuano. «E poi, come dimenticare la musica, con la proposta di artisti e gruppi “made in Belluno”. Anche a loro grazie per averci fornito canzoni e album da far ascoltare».

Martina Reolon

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon