Quotidiani locali

Feltre, piove dal tetto della galleria Rizzarda

Affidato un intervento urgente per riparare la copertura, lunedì verrà chiusa via Paradiso per far intervenire un’autogru

FELTRE. Piove dentro la galleria Rizzarda e il Comune deve correre ai ripari. Il temporale che si è abbattuto tra la notte e la mattinata di martedì, con tanto di vento oltre a tuoni e lampi, ha provocato infiltrazioni nel tetto del museo che in questo periodo sta ospitando la mostra del cartellonista Walter Resentera.

Nessun danno all’interno in seguito all’acqua penetrata dalla copertura, rassicurano immediatamente dal Comune, già al lavoro per porre rimedio.

È stato affidato d’urgenza l’intervento di sistemazione del tetto del museo Rizzarda, che sarà effettuato lunedì dalle 8,15 alle 17 (in caso di maltempo l’operazione di aggiustamento del danno slitterà al primo giorno buono). Per questo dovrà essere chiusa al transito dei veicoli via Paradiso, con conseguente modifica alla circolazione per l’ingresso in centro storico.

A spiegarlo è l’assessore ai lavori pubblici e alla protezione civile Adis Zatta, ancora alle prese con gli effetti dell’ondata di maltempo che ha colpito con forza tutto il Feltrino martedì scorso, tra allagamenti, smottamenti, torrenti in piena al limite dell’esondazione, strade bianche dilaniate, l’asilo del Pasquer evacuato e riaperto il giorno dopo (con danni al pavimento allagato da quantificare) e adesso con il problema al tetto della galleria d’arte moderna Carlo Rizzarda.

«Dobbiamo fare un intervento di manutenzione straordinaria del manto di copertura del museo, perché è piovuto giù», annuncia l’assessore Zatta. «Avendo anche la mostra allestita all’interno, dobbiamo procedere speditamente. Abbiamo affidato l’incarico e mandando personale specializzato sul tetto, riusciremo a capire se si sono spostati solamente dei coppi, oppure se ci sarà bisogno di un intervento più consistente che richiede un piano. Per il momento è questione di una giornata, dopo di che faremo un quadro più dettagliato», spiega. «Siccome serve l’autoscala, ci tocca chiudere la strada».

Lunedì dalle 8.15 alle 17 scatterà così lo stop al traffico nel tratto di via Paradiso fra l’incrocio con salita Dal Corno e il numero civico 4 escluso, con divieto di sosta per tutti i veicoli. L’accesso al centro storico da parte dei non residenti e dei fornitori delle attività commerciali in via Mezzaterra avverrà da via Liberazione e Porta Imperiale con uscita normalmente da via Luzzo e Port’Oria.

A parte quindi la chiusura di via Paradiso
all’altezza del museo Rizzarda e il conseguente doppio senso di circolazione nei due tronchi di strada da piazzetta della Legna al cantiere di fronte al museo e da porta Imperiale all’incrocio con salita Dal Corno, null’altro cambia in centro storico.

Raffaele Scottini

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik