Quotidiani locali

Giù con la valanga, salvo scialpinista

L'episodio in Val Visdende. L'uomo è stato trascinato per una trentina di metri verso il basso, ma è riuscito a restare in superfice

Questa mattina (12 gennaio) attorno alle 11, il 118 è stato allertato da uno scialpinista che era rimasto coinvolto da una valanga in Val Visdende.

G.D.Z., 66 anni, di San Pietro di Cadore, stava seguendo assieme al suo cane il giro delle malghe e si trovava nel tratto tra Malga Campobon e Malga Ceci, quando, uscito un poco dalla strada non battuta, dal pendio si è staccata una piccola valanga a lastroni che lo ha trascinato per una trentina di metri verso il basso. Lui è rimasto in superficie senza riportare conseguenze, ma, impaurito, ha chiesto aiuto.

L'eliambulanza del Suem di Pieve di Cadore, dopo averlo individuato, ha sbarcato con un verricello di una quindicina di

metri il tecnico di elisoccorso che ha provveduto al suo recupero. Successivamente è stato calato il conduttore dell'unità cinofila da valanga (in questo periodo di turno con l'equipaggio), che ha imbragato il cane dello sciatore per issarlo a bordo. L'uomo è stato quindi trasportato a valle.

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon