Quotidiani locali

Valanga sul Falzarego, auto bloccate sulla strada

Vigili del fuoco e Veneto strade hanno lavorato un’ora per aprire la carreggiata Liberato un mezzo che aveva tentato di scavalcare la neve. Chiusi gli altri passi

LIVINALLONGO. Un inverno senza fine. È caduta altra neve, in montagna, e ieri mattina due valanghe hanno interrotto la viabilità sul Passo Falzarego. L’unico rimasto aperto, perché giovedì la maggior parte dei Passi è stato vietato al transito. Una valanga, in particolare, ha costretto tutte le auto che stavano affrontando la strada in quel momento ad attendere un’ora affinché i tecnici di Veneto strade la liberassero.

La valanga è caduta all’altezza della galleria paravalanghe, sul lato del Passo che da Cortina scende verso Livinallongo. La neve scesa dal versante ha completamente ostruito la strada. A dare l’allarme sono stati proprio gli automobilisti, che hanno chiamato i vigili del fuoco. Sono intervenuti i pompieri di Agordo e i volontari di Arabba, poi sono arrivati anche i tecnici di Veneto strade e i carabinieri. È stato anche necessario liberare un mezzo, che aveva tentato di scavalcare la neve.

La strada è rimasta chiusa dalle 10 alle 11, poi è tornata percorribile, ma il Passo Falzarego è monitorato con grande attenzione. Resta infatti molto elevato il rischio di nuovi distacchi, tant’è che anche ieri, per tutta la giornata, sono rimasti chiusi il Passo Fedaia, da Capanna Bill al confine con la provincia di Trento, la Sp 619 da località Rifugio Tenente Fabbro al confine con la provincia di Udine, il Passo Pordoi, il Giau e il Valparola. Il Falzarego è transitabile, perché si tratta di una via di collegamento fondamentale fra Cortina e l’Agordino, ma è tenuto sotto stretto controllo. La sicurezza degli automobilisti impone di monitorare la situazione.

Sul Passo c’è ancora molta neve: nella notte fra giovedì e ieri sono caduti altri 14 centimetri, l’altezza della neve al suolo è di 162 centimetri. Ma un po’ in tutto l’Agordino

ha nevicato fra giovedì e ieri: a Col dei Baldi 12 centimetri di neve fresca (al suolo ce ne sono due metri), a Monti Alti Ornella, sopra Arabba, 15 cm di neve fresca (210 al suolo), a Cima Pradazzo 12 cm (111 al suolo), ad Arabba 7 (mezzo metro l’altezza della neve al suolo).

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik