Quotidiani locali

Alemagna, chiusure ad ore  o a giornate

Alemagna, chiusure ad ore o a giornate

Una decina di cantieri apre nelle prossime settimane, Provincia, Anas e prefettura studiano come limitare i disagi

BELLUNO. Dunque, si parte. Nei prossimi giorni scatteranno i primi 7 cantieri, altri 4 entro maggio: 9 milioni di lavori.

L’Anas fa sul serio, lungo l’asse dell’Alemagna, in vista dei Mondiali 2021. Dopo Valle la Icg di Catanzaro consoliderà un muro di sottoscarpa, ad Acquabona il Consorzio Sac realizzerà i tombotti per far defluire le colate detritiche, la Cme rifarà il muro di sottoscarpa e dell’opera idraulica, verso Fiames, sempre il Consorzio Sac con la Scarl realizzerà una vasca di contenimento delle colate, dieci chilometri più avanti sarà rifatto il tombotto di Ru Fiedo e, subito dopo, la Simos Service di Perugia sostituirà il manufatto idraulico.

A procedere, da Acquabona verso Cimabanche, la manutenzione straordinaria delle opere idrauliche di protezione. È evidente che il disagio per gli automezzi di passaggio sarà rilevante da Cortina a Carbonin, per cui varrà la pena considerare le possibili deviazioni per Misurina. Ma non mancheranno difficoltà anche ad Acquabona e, scendendo, prima di Valle.

Il presidente di Anas, Ennio Cascetta, ha già messo le mani avanti, chiedendo ai residenti un po’ di pazienza. Le attività di cantierizzazione – ha assicurato il presidente, nell’incontro di venerdì a Palazzo Piloni – saranno gestite in stretto coordinamento con la Prefettura, le Forze dell’Ordine e le Amministrazioni Comunali, per ridurre al minimo i disagi.

E ha fatto sapere che ad esclusione di interventi particolarmente complessi, i lavori si interromperanno nel mese di agosto e riprenderanno a settembre, per agevolare la circolazione stradale in vista del maggiore incremento del traffico legato alle vacanze estive. Il sindaco di Cortina, Gianpiero Ghedina, ha sempre sulla scrivania la proposta di bloccare il transito ai tir, con particolare riguardo a quelli stranieri.

Un provvedimento che vorrebbero assumere anche gli altri Comuni dell’Unione Montana.

«Vedremo con la prefettura che cosa si potrà fare» concede il sindaco. «In effetti – interviene il presidente della Provincia, Roberto Padrin – dobbiamo tener conto anche delle esigenze del trasporto, in modo da non penalizzare le categorie economiche ed i consumatori. Studieremo le chiusure ad ore, o a giornate, secondo le necessità anche dei cantieri».

Padrin evoca, al tempo stesso, le preoccupazioni della Val d’Ansiei e soprattutto del Comelico, che già oggi è attraversato da transiti eccessivamente frequenti e pericolosi. «Il nostro obiettivo – rassicura Cascetta – è quello di mitigare l’impatto dei lavori sulla viabilità locale ed evitare la congestione della circolazione. Inevitabilmente la popolazione dovrà affrontare alcuni disagi legati a interventi particolarmente complessi ma finalizzati al miglioramento dell’accessibilità a Cortina che è un bene destinato a restare al territorio. Non stiamo lavorando solo in funzione dei Mondiali – afferma il presidente dell’Anas e Commissario per Cortina – ma per migliorare in modo sostanziale la qualità della mobilità nella valle. Stiamo ponendo grande attenzione alla qualità architettonica delle opere, dando il via a progetti che contribuiscono a tutelare l’identità paesaggistica della vallata. Vogliamo, infatti, che l’infrastruttura non sia solo un’infrastruttura di servizio ma anche un segno di identità del territorio».

Sono quattro gli stralci in programma. Si andrà avanti per tre anni di lavori. Ben 38 gli interventi per 172 milioni di investimento, più 4 varianti ai centri abitati interessati dall’afflusso del grande pubblico in occasione della competizione sportiva, del valore di circa 30 milioni di euro ciascuna, che miglioreranno notevolmente

la sicurezza della circolazione veicolare e la qualità del territorio. «Da Cascetta abbiamo ricevuto l’assicurazione – conclude il sindaco Ghedina – che la variante di Cortina risulterà preocché finita». Qualche ritardo, invece, per le altre.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik