Quotidiani locali

Luce scarsa e strisce sbiadite: pedoni in pericolo

Finora nessun intervento in via Panoramica e via Piave dove si sono verificati gli incidenti più gravi degli ultimi anni 

FELTRE. Sono ancora troppi gli attraversamenti pedonali bisognosi di cure, magari con la vernice sbiadita e soprattutto con un’illuminazione insufficiente che li rende pericolosi per che deve attraversare a piedi sulle strisce. In cima alla lista restano l’incrocio della Panoramica (con intersezione tra via Tortesen e via Ottaviano Rocca) dove nell’ottobre di quattro anni fa perse la vita Agostino Pauletto, travolto da un’auto che viaggiava in direzione del Pasquer, e il passaggio pedonale di via Piave dove in un tardo pomeriggio dello scorso novembre un’anziana è stata travolta riportando la frattura del bacino e finendo in rianimazione. Anche in questo caso l’automobilista affermò di non avere visto la donna a causa dell’oscurità che viene ulteriormente limitata dalle fronde degli alberi su ambo i lati della carreggiata. Per adesso il Comune non ha eseguito nessun intervento migliorativo.

Per ciò che riguarda l’incrocio della Panoramica, il Comune era inserito l’intervento in un bando dove però Feltre è risultata esclusa dalla graduatoria. Per quello di via Piave viene auspicata una migliore illuminazione, magari dando una bella sforbiciata alle fronde che impediscono alla luce dei lampioni di raggiungere la zona con le strisce.

Una situazione che mette a rischio i pedoni e in ambasce pure chi si trova al volante. In alcuni casi i problemi sono stati invece risolti: a Farra, alla strettoia della chiesa, c’è stata l’installazione di un doppio semaforo a chiamata con attraversamento pedonale, mentre in via Alighieri la proprietà del supermercato Famila ha eseguito un intervento modello con un attraversamento pedonale dove ci sono dei sensori che al passaggio delle perone fanno aumentare l’intensità della luce e due fotocellule con luce arancione che lampeggiano e fanno crescere la soglia di attenzione in chi guida. Nell’elenco degli attraversamenti pedonali bisognosi di cure c’è sicuramente anche quello in via Marconi, in prossimità del palaghiaccio. Un albero infatti copre la visuale agli automobilisti impedendo di vedere se c’è qualcuno proveniente da via Bellati che vuole attraversare. Solo quando il pedone ha già cominciato l’attraversamento diventa visibile alle auto che arrivano dall’incrocio dell’Uniera. Una situazione da rivedere prima che anche qui si allunghi la lista degli investimenti. Più luce servirebbe anche in via XIV Agosto sul passaggio pedonale all’altezza del Carenzoni e la pasticceria Piaser, attualmente illuminato solo dai classici lampioni.

Quanto alla vernice che evidenzia i passaggi pedonali, le cose vanno tutto sommato bene lungo l’anello esterno che collega le varie rotatorie. Meno bene la situazione nelle strade

interne dove in alcuni passaggi pedonali la verniciatura è a dir poco urgente come nel caso di via Belluno, nei pressi della casa di riposo Brandalise e del patronato del Sacro Cuore, dove per diversi motivi c’è un notevole via vai di persone. (r.c.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik