Quotidiani locali

Nevegal, parte la stagione danni al Parco Avventura

La seggiovia sarà rimessa in funzione il 27 maggio, tre piste per le mountain bike Al via anche i lavori per i percorsi escursionistici e le casere Stevaliere

BELLUNO. Il Nevegàl, sperando nel bel tempo, si prepara alla stagione estiva. L’intenzione dell’Alpe è aprire la seggiovia tra poco più una settimana, il 27 maggio.

«Gli impianti saranno poi in funzione tutte le domeniche, da luglio anche il sabato», spiega il presidente della società, Maurizio Curti. «L’obiettivo è aprire nella stessa data anche il Parco Avventura. Purtroppo quest'ultimo ha subito dei danni durante l’inverno, a causa delle precipitazioni. Stiamo verificando tutte le condizioni di sicurezza».

Curti traccia anche un bilancio della stagione invernale 2017-2018. «La nota positiva è che, a differenza di quel che è accaduto nelle precedenti annate, quando si è sempre registrata una perdita, questa volta abbiamo chiuso praticamente in pareggio. Non ci sono, però, ricavi», sottolinea. «Le buone stagioni, perché tutto vada bene, dovrebbero sommarsi. Ora ci auguriamo davvero che l’estate riservi delle condizioni meteorologiche favorevoli».

Gli appassionati di mountain bike possono contare su tre piste: al tracciato lungo la Faverghera e a quello di downhill classico si è infatti aggiunto, dallo scorso anno, anche il percorso del Col dei Pez. E intanto c’è un’altra opera pronta a partire. In questi giorni saranno infatti assegnati i lavori per la sistemazione dei percorsi escursionistici in Nevegàl e la manutenzione straordinaria di due stabili rurali, denominati “Casere Stevaliere”, nella zona di Pian Longhi. La gara è stata indetta nei mesi scorsi dall’Unione Montana Bellunese. Gli interventi contano su un contributo di 200 mila euro del Gal Prealpi e Dolomiti.

I due edifici rurali diventeranno rispettivamente un edificio pluriuso e un blocco servizi. Nel piano c’è poi la sistemazione del parcheggio ora inutilizzato che si trova sulla sinistra arrivando da Ponte nelle Alpi: si prepareranno i sottoservizi affinché possa diventare un’area attrezzata con piazzole per caravan e camper. Interventi riguarderanno inoltre il campeggio Mareschiada, dove si punta a creare piazzole per posti tenda e un’area attrezzata con

giochi. Con risorse extra dell’ente, che vanno al di là di quelle del progetto Gal, l’Unione intende inoltre riassestare l’area scoperta, quella davanti all’ingresso del campus “Valenti”, che ora è tutta in ghiaia e quando piove crea qualche problema.

Martina Reolon

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro