Unico, «il Comune c'è»

Il sindaco Savaris annuncia un intervento per neutralizzare l'aumento dell'abbonamento

     VALLE. Il Comune di Valle contribuirà alle spese per fare fronte all'aumento, in certi casi superiore al 30%, imposto dalla Provincia sull'abbonamento scolastico. E' stato il gruppo di minoranza, guidato da Marinella Piazza, a presentare nell'ultimo consiglio comunale un'interrogazione per chiedere le intenzioni della giunta al riguardo. «Questa amministrazione comunale», ha spiegato il sindaco Bruno Savaris, «aveva già stanziato, all'interno del bilancio di previsione 2011, 5 mila euro sotto la voce riguardante i contributi scolastici. Quando è emerso il problema relativo all'aumento degli abbonamenti Dolomitibus, è stato deciso di raddoppiare tale quota con una variazione di bilancio. Nel frattempo si è reso disponibile il contributo del Consorzio Bim Piave, che dovrebbe essere precisato entro pochi giorni. Si è perciò deciso di sommare i contributi propri a quelli del Consorzio Bim Piave, che sta predisponendo l'elenco degli abbonamenti per studenti tramite la Dolomiti Bus. Una volta quantificata la quota assegnataci dal Consorzio Bim», ha concluso Savaris, «provvederemo all'erogazione del contributo. Ci preme evidenziare il ruolo positivo svolto dal Bim Piave, in quanto riteniamo utile che certe azioni di sostegno a fronte di problemi comuni debbano essere svolte in forma coordinata».  Tutti i genitori che hanno già acquistato l'abbonamento per i propri ragazzi possono recarsi in municipio con una copia dello stesso; verrà spiegato loro come procedere per il rimborso. (a.s.)
    09 ottobre 2011
    Casa di Vita

    Tisana contro il mal di pancia per grandi e piccini

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ