Roncen ci riprova col giudice del lavoro

Nuova causa (dopo le due perse) dell’ex dirigente comunale; Franceschi: «Un attacco predeterminato dei soliti noti»

    di Alessandra Segafreddo

    CORTINA. Ivan Roncen, ex dirigente del settore Patrimonio, presenta una nuova causa al giudice del lavoro contro il sindaco Andrea Franceschi. L’ex dirigente, a distanza di cinque anni dalla riorganizzazione del Comune, che lo ha declassato dal suo ruolo dirigenziale, ha fatto nuovamente causa, «nonostante abbia già perso sia davanti al giudice di pace e sia in Cassazione», come sottolinea Franceschi. Roncen ora chiede 100.000 euro per danni da demansionamento, 50.000 euro per danno biologico, 50.000 euro per danno d’immagine e 19.985,78 euro per differenze retributive arretrate, per un totale quindi di 220.000 euro.

    Tra i testimoni indicati dall’ex dirigente, figurano l’ex sindaco Giacomo Giacobbi, gli ex assessori Lorenzo Lacedelli e Gianluca Lorenzi e Gianpietro Ghedina, attuale consigliere di minoranza e candidato nella lista di Stefano Ghezze.

    «E’ paradossale», ammette Franceschi, «che si debba giustificare una scelta, quella di riorganizzare la struttura dirigenziale, che la stessa Corte dei Conti nel 2006 aveva evidenziato essere ingiustificata ed eccessivamente dispendiosa per le casse del Comune. Certo, la tempistica di questa richiesta appare chiaramente sospetta. Quest’ennesima causa infatti ha tutto il sapore di un attacco predeterminato da campagna elettorale e ben si inserisce nel clima generale di questo periodo. E’ chiaro che Ghezze, da vecchio volpone della politica, sta facendo fare ad altri il lavoro sporco. Per mesi Eddy Demenego, il suo coordinatore, che spera magari di trarre vantaggi dal cambio di Amministrazione, ha infangato il lavoro e i risultati del mio gruppo. Poi è stata la volta di Giacobbi che ha tentato a più riprese di convincere una delle persone della nostra lista a ritirare la propria candidatura. Dopo è stato mandato avanti Umberto Zardini “Zoco” , anch’egli avvelenato perché il Comune non ha fatto ampliare l’appartamento di un suo amico secondocasista, che ha riempito il paese con i suoi foglietti pieni di bugie e diffamazioni. Il tutto», continua Franceschi, «mentre in giro per i bar del paese alcuni personaggi vicini a Ghezze continuano a spargere veleni e falsità, arrivando in due casi addirittura a minacciare alcuni componenti della nostra lista. Adesso tornano all’attacco gli ex dirigenti che evidentemente sperano di ritornare ai loro posti ed è evidente a tutti che dietro le quinte ci sono sempre i soliti noti. Francamente questo modo di fare campagna elettorale si addice più ad altre zone d’Italia ed è molto lontano dal nostro modo di intendere la vita del paese, che non è certo abituato a tanta cattiveria gratuita. Io e tutti i ragazzi di “Progetto per Cortina”, seppur amareggiati da quanto sta succedendo, non scenderemo al livello della politica da bar e delle promesse da marinaio ma continueremo a spiegare seriamente i nostri progetti per il futuro di Cortina. Certo tutto questa cattiveria avrebbe steso chiunque, ma non noi, perché crediamo nel lavoro quotidiano portato avanti con impegno ed onestà e per questo intendiamo tenere duro. Siamo fiduciosi», conclude Franceschi, «che alla fine i cittadini non si lasceranno fuorviare e sapranno correttamente valutare le parole dei candidati».

    «”Per la nostra Cortina” non ha nè il tempo e nè soprattutto l’intenzione di replicare alle ennesime accuse e ai veleni del candidato Andrea Franceschi. Preferiamo trascorrere queste giornate a discutere con i cittadini del futuro del nostro paese. Mi limito a dire che “chi semina vento, raccoglie tempesta”».

    Queste le parole del candidato sindaco di “Per la nostra Cortina”, Stefano Ghezze, a commento di quanto dichiarato da Franceschi a proposito della nuova causa intentata da Roncen.

    26 aprile 2012
    Casa di Vita

    Più energia con le noci dell’Amazzonia

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ