mel

Carve protesta per la classe «La giunta si smentisce»

MEL. A Carve c’è amarezza e indignazione la proposta del sindaco Stefano Cesa di abolire la classe prima nella scuola elementare della frazione per garantire la formazione di due classi prime a Mel...

    MEL. A Carve c’è amarezza e indignazione la proposta del sindaco Stefano Cesa di abolire la classe prima nella scuola elementare della frazione per garantire la formazione di due classi prime a Mel e una a Villa di Villa. Ciò che infastidisce maggiormente un gruppo di genitori è il fatto che il mantenimento della scuola di Carve è stato uno dei cavalli di battaglia della maggioranza durante la campagna elettorale.

    «La giunta Cesa cambia idea e smentisce le promesse elettorali e il proprio stesso programma», conferma Flavio Isotton, a nome del numeroso gruppo di genitori e cittadini, che si firmano come “Carve c’è”, per sottolineare l’intenzione di far sentire la propria voce.

    Al problema oggettivo del basso numero di iscrizioni, si aggiunge quella che appare come «mancanza di volontà di rendere appetibile la scuola, che potrebbe essere attraente anche per altre famiglie vicine», continua Isotton, esprimendo la sensazione diffusa di «un sopruso e di un voltafaccia inaspettato fatto da un’amministrazione che godeva di ampia fiducia».

    Gli abitanti di Carve si dicono delusi dall’atteggiamento del primo cittadino e dalla giunta, che li avrebbe coinvolti ufficialmente solo il 12 giugno scorso, nell’unica assemblea con i genitori per discutere della situazione.

    «L’impressione è quella che il sindaco si appiattisca sulle posizioni del dirigente scolastico con il probabile risultato di far morire il plesso di Carve, per accentrare l’altro plesso», fanno sapere gli abitanti della frazione, sottolineando il rispetto per le famiglie che hanno fatto scelte diverse e invitando gli amministratori a non dimenticare la «decisione ben diversa presa in un momento di simili difficoltà, nel vicino comune di Trichiana dalla dirigenza scolastica e dall’amministrazione». Se «il risultato finale priva i genitori di fare qualunque scelta», gli abitanti di Carve non si arrendono e stanno cercando una soluzione, nel tempo che manca alla conferma da parte del consiglio d’istituto.

    Elisa Di Benedetto

    15 giugno 2012
    Casa di Vita

    Paté di semi

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ