Rapine alle lucciole condannato a tre anni e mezzo

Trichiana, Roberto Dal Magro è stato scagionato invece dall’accusa di tentata violenza sessuale

    di Alessia Forzin

    TRICHIANA. Roberto Dal Magro, soprannominato il “terrore delle lucciole” per averne rapinate e terrorizzate ben cinque, giudicato con rito abbreviato, è stato condannato dal collegio dei giudici del Tribunale di Treviso a 3 anni e 6 mesi di reclusione.

    Il 37enne di Trichiana, difeso dagli avvocati Fabio Capraro e Antonio Prade, finito alla sbarra con l’accusa di rapina e tentata violenza sessuale, è stato assolto dalla seconda imputazione. Inoltre ha potuto beneficiare dell’esito della perizia psichiatrica affidata al dott. Meneghel grazie alla quale è stata accertata una capacità di intendere e volere “fortemente scemata”.

    Un esito che ha portato i giudici a decidere per una condanna di molto inferiore rispetto alla richiesta avanzata dal sostituto procuratore titolare del fascicolo De Bortoli a sei anni e 4 mesi di reclusione. Cinque gli episodi contesti in tutto: tre concentrati in un’unica notte di luglio del 2010, altri due gli erano stati imputati successivamente.

    Nei primi tre i casi Roberto Dal Magro, aveva contrattato una prestazione sessuale lungo la Pontebbana tra Villorba e Spresiano, ma una volta appartatosi aveva estratto un coltello costringendo la lucciola a denudarsi e prendendole denaro, telefonino e indumenti intimi. Il rapinatore era poi fuggito senza avere alcun rapporto sessuale con le squillo prese di mira.

    All’uomo erano state contestate due ulteriori aggressioni, avvenute a Godega e il 4 luglio 2010 a San Fior ai danni di un'albanese e di una romena. In entrambi i casi Roberto Dal Magro si sarebbe appartato con le prostitute e le avrebbe rapinate dopo aver stretto loro un braccio al collo fino a farle svenire. Le vittime si erano poi ritrovate senza denaro e senza cellulare e anche senza vestiti.

    Dal Magro, interrogato dopo l’arresto, non aveva risposto alle accuse, sostenendo di non ricordare nulla perché sottoposto a una terapia farmacologica proprio nei giorni delle contestate rapine.

    Oltre alla condanna, a carico dell’uomo di Trichiana è stata disposta l’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni e una multa di 900 euro. (s.ga.)

    20 giugno 2012
    Casa di Vita

    Tisana d'autunno contro influenza e raffreddore

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ