Terza età e cultura: un binomio che regge

Trichiana. “I musei dei territorio”: eccellente partecipazione al progetto degli ospiti del centro anziani

    TRICHIANA. Tornare indietro nel tempo, riscoprendo i lavori e le abitudini di una volta. Si è da poco concluso presso il centro servizi per anziani “Madonna della salute” di Trichiana il progetto “I musei del territorio”, cominciato ad aprile di quest'anno e terminato a metà ottobre, con cadenza bimensile. Ogni mese è stato affrontato un tema diverso: dai “laori da femene” alla coltivazione dei bachi da seta, dalle storie dei “cromer”, degli zattieri e degli scalpellini, a quelle sulla lavorazione del mais o del latte. Su ogni tema un relatore d’eccellenza quale è Lois Bernard ha raccontato storie, aneddoti, mostrato vecchie foto e filmati, ricordando, insieme agli ospiti, le antiche abitudini e i vecchi lavori ormai dimenticati, ma che fanno parte del vissuto dell'infanzia e della giovinezza di tutti gli anziani. Grande appassionato di cultura del Bellunese, Lois Bernard collabora, tra gli altri, con il museo etnografico di Seravella in qualità di guida, ma non solo: è infatti una presenza davvero significativa nella cultura, nella vita civica e nel volontariato di Trichiana, che arricchisce con la sua competenza, sempre vivace e qualificata. A seguito di ciascun incontro in struttura, un gruppetto di ospiti a rotazione ha potuto approfondire il tema proposto, recandosi presso il museo di pertinenza.

    Sempre accompagnati da Lois Bernard, gli anziani hanno visitato diversi musei della nostra provincia: il museo di Seravella, il castello di Celarda, il mulino di Santa Libera, il museo della pietra di Castellavazzo e quello degli zattieri di Codissago. E non solo.

    C’è stata infatti anche l’uscita al museo della seta di Vittorio Veneto: riscoprendo vecchie abitudini e vecchi mestieri, tanti ospiti della casa di riposo hanno potuto rivivere ricordi della loro infanzia.

    «Ad ogni appuntamento», spiegano gli educatori della struttura, «gli ospiti hanno manifestato tutto il loro entusiasmo per l’iniziativa, soprattutto per la possibilità di ricordare e di confrontarsi fra loro su diverse tematiche: lo stesso Bernard ha raccolto qualche nuova testimonianza attraverso i racconti degli anziani, che con il loro vissuto hanno potuto integrare diverse storie. È stato un percorso molto positivo per il valore che ha saputo attribuire ai ricordi e alla memoria delle antiche tradizioni. Un ringraziamento di cuore a Lois Bernard dagli ospiti della casa di soggiorno e dalla Villanova Servizi srl, con la speranza di ripetere l'esperienza l'anno venturo».(va.da.)

    13 novembre 2012
    Casa di Vita

    Pasta frolla, sfoglia e brisée: l’identikit di tre impasti base

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ