Quotidiani locali

Vai alla pagina su Giro d'Italia 2018
Froome entra nella storia, Dumoulin cade in piedi

Froome entra nella storia, Dumoulin cade in piedi

Le pagelle del tappone: Yates affonda ma senza di lui tutto questo non ci sarebbe stato.

I PROMOSSI

9,5 FROOME Il 10 quando, salvo sconquassi, stasera vincerà il Giro domando anche il Cervino. È partito a 83 km dalla fine, non aveva scelta se voleva ancora avere possibilità rosa. Un capolavoro. Del resto, questioni doping a parte, quattro Tour de France non si dominano senza essere campioni.

7 DUMOULIN Non ce la sentiamo di mettere tra gli sconfitti l’olandese. Ha corso da leone, solo contro tutti, non ha mollato di un metro. Semplicemente ieri s’è trovato di fronte un Ufo.

7 PINOT L’avevamo sonoramente bocciato dopo la crono. Ora invece va solo applaudito. Dopo la tappa di ieri merita il podio.

6,5 CARAPAZ E LOPEZ Non tirano un metro perché lottano per la maglia bianca. Ed è una bella lotta.

dumo
dumo

I BOCCIATI

5 YATES Se perdi la maglia rosa nella tappa decisiva dopo aver dominato il Giro e prendi quasi 40’ al traguardo la logica direbbe che meriteresti un 2. Ma il 2, dopati a parte, nel ciclismo un votaccio del genere non lo merita nessuno. Anzi, Yates ha reso la corsa meravigliosa con le sue vittorie. Crediamo che tonerà qui un giorno per vincerla. Magari non sprecando energie a inseguire abbuoni per due settimane.

5 POZZOVIVO Pareva il più in forma, addirittura proiettato alla maglia rosa. È crollato subito. Aveva il podio a tiro, ma il Giro dura 21 tappe, ancora una volta l’ha provato sulla sua pelle.


4 ARU Era la speranza italiana da podio. Si è ritirato sulle strade in cui tre anni fa aveva sognato il ribaltone a Contador. Va ricostruito, di testa e di gambe, ma l’anagrafe è ampiamente dalla sua parte.

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro