Festa e solidarietà a Pian dei Castaldi

I proventi del torneo “Dona 1 sorriso” verranno devoluti a due bambini e un adulto bisognosi di assistenza

    SEDICO. Bravo, Braveheart. Il Dona 1 Sorriso non è solo un torneo di calcio tre contro tre. Anzi, il pallone è solo una delle tante cose che succedono, nella tre giorni di Pian dei Castaldi.

    C'era molta curiosità, soprattutto per la festa a sorpresa di sabato sera: dopo il concerto dei fedelissimi Black Dream, il cielo sopra Libano si è incendiato con i fuochi d'artificio. Buio. E poi l'occhio di bue ha illuminato una rievocazione storica con l'eroe dell'indipendenza scozzese: "Ibou" Dalla Corte, "Mane" Guglielmo" e gli altri hanno davvero dato spettacolo, tra gli applausi di una vera folla.

    Ieri mattina Guglielmo aveva ancora il volto dipinto di blu e bianco: i resti della bandiera scozzese.

    Tanta gente. Un pienone per tutto un fine settimana. Come ogni estate, un assalto alla bella località del comune di Sedico, tra i due campi di gioco e la Baita Pian dei Castaldi. Cucine e punti di ristoro hanno servito solidi e liquidi a ritmo continuo e prezzi popolari. Previste anche delle tessere, con una consumazione gratuita.

    Un gran caldo anche lassù e la sete non poteva mancare. Controproducente esagerare con le bionde, pena il cominciare a vedere due palloni e non colpire più quello giusto. Già le porte sono piccole e il presupposto principale è prenderlo, per cercare di scaricarlo nella gabbietta. Biglietti esauriti.

    Un grande successo anche per la tradizionale lotteria dei Campioni, che ancora una volta metteva in palio premi a carattere sportivo addirittura esclusivi. Tra i prezzi più pregiati, la polo Ferrari autografata da Fernando Alonso; le magliette azulgrana del Barcellona con le firme autentiche di Leo Messi e Andres Iniesta campione d'Europa e quella del Manchester United, con tutti gli autografi, compreso quello di sir Alex Ferguson, il mister più confermato del mondo.

    Ogni anno ci sono dei cimeli nuovi e introvabili, grazie all'impegno lungo un anno dei ragazzi del Comitato Baita Pian dei Castaldi, coordinati da Michele De Pellegrin.

    Non c'è rimasto un solo biglietto disponibile e, nei prossimi giorni, saranno pubblicati i numeri vincenti, perché più di qualcuno non si è trattenuto fino alla fine, dal momento che è stata una vera maratona e oggi magari bisognava andare al lavoro in condizioni perlomeno dignitose. Tutto in beneficenza.

    Il ricavato dei tre giorni, al netto delle spese è andato a tre ragazzi bellunesi bisognosi di cure: Martino di 10 anni, Leonardo di 11 e Loris di 40. In giornata, massimo entro domani, il comitato sarà in grado di comunicare ufficialmente la cifra raccolta. Di solito, si superano i 20 mila euro: la media è sempre stata quella e ormai ce ne sono state diverse di edizioni. Tutti soldi benedetti, con tante grazie al Comitato Baita Pian dei Castaldi.

    Gigi Sosso

    GUARDA LA FOTOGALLERY

    SUL SITO

    WWW.CORRIEREALPI.IT

    09 luglio 2012

    Lascia un commento

    Casa di Vita

    Barrette di riso soffiato e albicocche secche

    Altri contenuti di Sport

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ