Menu

sci nordico

Giacomuzzi, tre mesi di squalifica per il caso doping

Accolto parzialmente il ricorso della Procura, ma lo stop finirà tra una ventina di giorni

CORTINA D'AMPEZZO. Dopo la quasi assoluzione, arriva la condanna per Barbara Giacomuzzi. La Seconda sezione del Tribunale nazionale antidoping ha accolto parzialmente l’appello presentato dall’Ufficio di procura antidoping contro la decisione della Prima sezione del Tribunale nazionale antidoping, adottata l’8 maggio, squalificando per 3 mesi l’atletica cortinese, che alla Dobbiaco - Cortina 2013 era stata testata positiva al betametasone, un farmaco proibito, utilizzato per il trattamento di numerose malattie infiammatorie, tra le quali l’asma bronchiale.

Gicomuzzi, che lo scorso maggio se l’era cavata con una semplice nota di biasimo (sostanzialmente riconosciuta una negligenza, non il

dolo) è stata condannata al pagamento delle spese del procedimento, quantificate forfettariamente 100 euro.

Ma, sottratto il periodo di sospensione cautelare scontato, la squalifica avrà scadenza il 24 agosto, tra due settimane. Tanto rumore per nulla viene quasi da dire. (i.t.)

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro