Quotidiani locali

hockey

Lacedelli: «Hockey Cortina avanti con Parco»

Hockey. Il presidente smentisce le voci di addio dell’allenatore. «Non riusciamo a capire cosa manchi veramente»

CORTINA D'AMPEZZO. «John Parco ha la piena fiducia da parte della nostra società. Smentisco categoricamente ogni voce riguardante una possibile volontà da parte del nostro coach di rassegnare le dimissioni».

Parola di Lorenzo Lacedelli, presidente del Cortina, che il giorno dopo la sconfitta con il Gherdeina, non è certamente l'uomo più felice del mondo. Il ko dell'Olimpico, maturato al termine intensa, nella quale l'Hafro, in pratica, ha fatto tutto da solo, nel bene e nel male, non ha certo aiutato la classifica, che conta fino ad un certo punto. Cortina però è ultimo e questo fattore incide, senza dubbio, sul morale.

Parco, dunque, rimane al suo posto, nonostante l'umore dell'ex tecnico dell'Asiago non sia dei migliori. Il tecnico canadese sta provando a trovare la formula giusta, per ridestare la sua squadra. I risultati, però, non stanno ripagando il lavoro svolto finora e all'Olimpico, nonostante i timidi applausi a fine match dopo il ko all'overtime contro i ladini, l'aria comincia a farsi davvero pesante. Non piace per niente l'ultimo posto e il rendimento della squadra, come logica conseguenza, non aiuta l'ambiente a ritrovare la giusta compattezza.

leggi anche:

«È dura – continua Lacedelli – è chiaro che non possiamo pensare di iniziare la risalita, vincendo una partita e perdendone tre di fila. Contro il Gherdeina ci siamo fatti male da soli, abbiamo preso in mano il pallino del gioco, abbiamo sempre costretto i nostri avversari ad inseguire, ma poi, alla fine, siamo stati beffati».

Cortina si è preso un bel cazzotto in faccia e ora dovrà cercare di riordinare le idee, approfittando anche della pausa nel fine settimana: il match contro l'Asiago, infatti, per gli impegni dei vicentini in Continental Cup, sarà posticipato a febbraio. Meglio dunque staccare la spina, in attesa che le nubi sopra l'Olimpico comincino davvero a diradarsi.

«Non stiamo vivendo una grande stagione – dice Lacedelli – il problema è che non riusciamo davvero a capire cosa manchi davvero per cambiare volto al nostro campionato. La squadra lavora, ma forse ci manca davvero qualcosa».

Sul fronte mercato, Lacedelli conferma che la strada per l'arrivo di un nuovo portiere è davvero in salita. «Avevamo tre opzioni – spiega – ma tutte e tre sono cadute nelle ultime ore: abbiamo contattato anche Madolora, ex portiere della Valpe, ma qualcuno è arrivato prima di noi. Siamo vigili sul mercato, ma in questo momento non riusciamo a risolvere questo problema».

Anche il ds Giorgio De Bettin difende John Parco. «Andremo avanti con lui. La situazione è difficile e non riusciamo a venirne fuori. Mi dispiace per i ragazzi: sul ghiaccio facciamo vedere delle belle cose, ma non riusciamo a raccogliere quello che seminiamo. Non siamo tranquilli, ma in questo momento difficile dobbiamo guardare avanti e continuare a lavorare».

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.