Quotidiani locali

cerimonia giovedì sera in birreria

La federciclismo premia l’Uc Foen

È da anni «punto di riferimento dell’attività giovanile in Veneto»

PEDAVENA. «Punto di riferimento dell'attività veneta dai Giovanissimi agli Esordienti ed Allievi, ha conquistato titoli italiani e regionali recando prestigio al ciclismo regionale e italiano».

Questa la motivazione incisa sulla targa che la Federazione ciclistica italiana ha consegnato all'Unione ciclistica Foen. A ritirare il riconoscimento, arrivato a suggellare gli oltre 50 anni di storia, il "presidentissimo" Alfonso Scopel. E giovedì sera, alla Birreria Pedavena, il tecnico e dirigente della società che da sempre fa dell'attività giovanile la propria bandiera, ha voluto condividere il riconoscimento con i propri collaboratori, con gli amministratori (erano presenti i sindaci di Pedavena, Maria Teresa De Bortoli, e di Seren del Grappa, Dario Scopel) e sponsor. «Questo riconoscimento va innanzitutto ai fondatori dell'Uc Foen, coloro che oltre mezzo secolo fa misero in piedi la società, in tempi difficili davvero; tempi nei quali, per andare alle corse e tornare, non c'erano macchine ma ci si andava con la bicicletta stessa», ha affermato Scopel. «Noi stiamo proseguendo questa storia, grazie a un gruppo importante di dirigenti e genitori e grazie a sponsor (Mictu e Sportful su tutti, ndr) che ci sostengono. Nel corso della nostra storia abbiamo visto nostri ragazzi approdare al professionismo: prima Luigi Della Bianca, ora Alex Turrin e Alberto Cecchin. Ma quello che

è più importante è che tanti ragazzi partiti da qui sono diventati professionisti nella vita, persone in gamba. Un grazie particolare lo voglio però riservare a mia moglie» ha detto ancora Scopel, «Giovanna in quarant'anni è stata vicina ai ragazzi con umanità, impegno, serietà». (i.t.)

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' E LIBRI TOP DI NARRATIVA, POESIA, SAGGI, FUMETTI

Spedizioni gratis su oltre 30 mila libri