Quotidiani locali

nordico

Festa tricolore per Scardoni e Salvadori

Doppietta delle Fiamme Gialle in tecnica classica. Bronzo per la zoldana Sara Pellegrini, solo quarta Virginia De Martin

VAL DI GARES. Doppietta delle Fiamme Gialle nella prima giornata dei Campionati italiani assoluti in Valle di Garès, a Canale d'Agordo.

Sui gradini più alti del podio delle gare in tecnica classica, rispettivamente 10 km donne e 15 km uomini, sono infatti saliti la veronese Lucia Scardoni e il trentino Giandomenico Salvadori. In chiave bellunese, festa per Sara Pellegrini: la zoldana delle Fiamme Oro, leader della Coppa Italia Sportful, ha conquistato una splendida medaglia di bronzo, fallendo l'argento per meno di cinque secondi.

La gara femminile. Scardoni ha bissato il successo che aveva ottenuto lo scorso anno, sempre sulle nevi bellunesi, a Padola di Comelico Superiore: la finanziera ha chiuso la propria fatica sui 4 giri del tracciato in 28.55.7, precedendo la collega trentina Caterina Ganz di 16"8 e la Pellegrini di 21"5.

Giù dal podio Virginia De Martin: la ragazza di Padola è arrivata a una ventina di secondi dalla zona medaglie, un quarto posto che non può soddisfare la comeliana. Discreta, invece, la settima piazza di Erica Antoniol: la sovramontina conferma dunque la crescita palesata fin dalle prime gare di stagione.

«Sono davvero contenta di aver bissato il titolo dello scorso anno», così Lucia Scardoni. «Questa è una vittoria ci voleva perché negli ultimi tempi ho faticato parecchio: una bella iniziazione di fiducia n vista dei Mondiali di Lahti».

«Sono soddisfatta perché in classico non mi esprimo come nello skating e dunque salire sul podio tricolore è davvero importante», dice Sara Pellegrini. «Le condizioni della neve erano particolari e gli skimen hanno fatto un super lavoro. Non ho nulla da rimproverarmi anche se forse nel fnale ho perso quella manciata di secondi che potevano darmi l'argento»

La gara maschile. Nella 15 km maschile Salvadori, atleta emergente, classe1992, ha fatto gara di testa fin dai primi metri e alla fine ha preceduto Dietmar Noeckler (Fiamme Oro) di 10"6 e il carnico Giorgio Di Centa (Carabinieri, classe 1972) di 17"5. Rispettivamente in quarta e quinta posizione il trentino Sebastiano Pellegrin e il valdostano Federico Pellegrino.

«Una vittoria inattesa», commenta Salvadori. «Il lavoro fatto con la squadra a Lavazè sta dando i suoi frutti. È un bel successo questo ottenuto a Garès e mi dà morale per il prosieguo della stagione e, in particolare, per i Campionati mondiali di Lahti di fine febbraio».

Le altre gare. La giornata, curata dal Gruppo sportivo Castionese e dallo Sci club Canale d'Agordo ha visto anche la disputa delle finali regionali Allievi Ragazzi e del Campionato regionale Giovani Senior.

A imporsi sono stati: Maria Sole Cona (Sc Bosco) e Alex Massella (Sc Bosco) nella categoria Ragazzi; Gioia Vagretti (Ski

College Veneto Falcade) e Riccardo Lorenzo Masiero (Sc Montebelluna) tra gli Allievi; Alessia De Zolt Ponte (Carabinieri) e Pietro Campara (Sc Bosco) tra i Giovani; Licia Piller Hoffer (Sc Orsago) e Stefano Zampieri (Gs Castionese) nella categoria Seniores.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics