Quotidiani locali

biathlon

Nel giorno di Alexia tre errori di troppo al tiro per la Vittozzi

Biathlon. La Runggaldier ha vinto il bronzo ai Mondiali La sappadina chiude 36esima. Domani c’è la staffetta

HOCHFILZEN. Nella giornata che regala il bronzo ad Alexia Runggaldier, ai mondiali di biathlon di Hochfilzen Lisa Vittozzi finisce lontana dalle prime. Ieri nell'individuale della rassegna iridata tirolese la sappadina dei Carabinieri si è dovuta accontentare della 36.ma posizione. Complici i tre errori al poligono.

«Tre errori sono indubbiamente troppi, pesanti soprattutto i due al primo poligono. Mi sono poi autoconvinta di poter fare degli zero, ma è arrivato l'errore in piedi. Purtroppo è andata così, ma ci ho provato».

Come detto, ieri a Hochfilzen è stata la giornata di Alexia Runggaldier: la gardenese si è messa al collo la medaglia di bronzo a termine di una gara splendida, caratterizzata da un poligono perfetto e da un’ottima prova sugli sci. A battere Alexia le due star del mondiale, Laura Dahlmeier e Gabriela Koukalova, rispettivamente oro e argento. Con il podio di ieri Runggaldier diventa la terza italiana a vincere una medaglia in un format individuale ai Mondiali dopo il bronzo di Karin Obehofer nella mass start di 2015 Kontiolahti e l'argento di Dorothea Wierer nell'inseguimento di Holmekollen 2016.

Perfetta in ognuna delle quattro serie di tiro, Runggaldier ha seminato le varie avversarie che ad ogni poligono commettevano errori, fino a scalzare all'ultimo poligono anche Dunklee e Makarainen e a conquistare uno splendido bronzo finale. Lontane le altre azzurre: Wierer ventesima con tre errori, Vittozzi trantaseiesima con tre errori, Federica Sanfilippo cinquantaseiesima con 5 sbagli al tiro.

«Quando ho tagliato il traguardo non potevo credere al risultato», ha detto Runggaldier. «Sapevo che mancava ancora la Dunklee e ho sperato che non fosse un quarto posto. Quest'anno con i primi due podi individuali ad Anterselva e ora con questa medaglia è una stagione splendida per me. La dedico a tutti quelli che hanno creduto in me».

«Ho commesso tre errori, sono troppi per l'individuale» commenta Dorothea Wierer. «Ero abbastanza calma al poligono, purtroppo sugli errori ho pizzicato i bersagli e non si son chiusi. Sugli sci mi sentivo abbastanza bene. Tutto sommato è una prova positiva. Abbiamo buone possibilità per la staffetta». Ordine d'arrivo individuale femminile: 1. Laura Dahlmeier (Germania) 1 34'07"9; 2. Gabriela Koukalova (Repubblica Ceca) 1 +17"9; 3. Alexia Runggaldier 0 +1'20"2; 4. Mari Laukkanen (Finlandia) 1 +1'33"0; 5. Ekaterina Avvakumova

(Korea) 0 +1'33"1; 20. Dorothea Wierer 3 +3'06"9; 36. Lisa Vittozzi 3 +3'50"9; 56. Federica Sanfilippo 5 +5'57"8.

Per la giornata di oggi è in programma l'individuale maschile. Il via alle 14.30. Domani la staffetta donne, sabato quella uomini e domenica chiusura con le mass start.

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' PER GLI SCRITTORI

Stampare un libro ecco come risparmiare