Quotidiani locali

calcio

La Conca si scalda per Alpago-Fulgor

Seconda girone R. Domani alle 15.30 l’anticipo a Puos. I due allenatori Pradel e Paulon presentano l’attesissimo derby

ALPAGO. Da quelle parti derby è una parola importante. Da non usare a sproposito. La vogliono usare per “la partita”. La vogliono usare per Alpago - Fulgor Farra. Ci sarà tanta gente a Puos, domani alle 15.30. I gialloverdi hanno la possibilità di andare a dormire da capolista per una notte, i biancorossi vorrebbero allontanare la zona playout; non male come motivazioni, no?

Qui Alpago. Mister Valerio Pradel non è alpagoto, eppure.

«Mi stanno tirando mostro. Però non la sento più di altre partite. Anzi, il mio compito è tenere tranquilli i ragazzi».

Difficile farlo però. Si può replicare il successo dell'andata e soprattutto mettersi alle spalle Limana e Fiori Barp.

«Se succedesse, anche solo per una notte, sarebbe il coronamento di un cammino che andrebbe oltre le più rosee aspettative. Quando ho parlato con la società in estate abbiamo ragionato su un progetto biennale, partendo dall'obiettivo salvezza. Non voglia far tanti proclami, ma c'è la consapevolezza che ce la possiamo giocare con tutti».

La vittoria del campionato però per Pradel sarà di un'altra squadra.

«Nel prossimo mese verranno fuori i valori e le due scapperanno. Se dovessi indicare la favorita dico Fiori Barp. Hanno trovato una quadratura importante, arrivano da un recupero di punti sul Limana e mi sembrano più squadra».

Per battere la Fulgor servirà?

«Intanto dico che all'andata, nonostante l'1-4 a nostro favore, era stata una partita bloccata come immagino sarà domani, dato che è tanta sentita. La decideranno gli episodi, sperando di essere bravi a farli girare dalla nostra parte. Commettiamo ancora tanti errori di lucidità, siamo ancora carenti nella gestione pallone e dei tempi della partita. Se limiamo questi aspetti possiamo toglierci delle soddisfazioni».

Qui Fulgor. Dovesse prendersi i tre punti, la Fulgor potrebbe davvero pensare ad un finale di stagione tranquillo. Mister Giancarlo Paulon però avverte sulle insidie della partita.

«Intanto sono sfide belle da vivere, nessuno ci starà a perdere. Questo è il vero derby, no Alpago - Ponte o Fulgor - Ponte. Dobbiamo metterci un po' più di grinta. Loro sono una bella squadra con i punti che si meritano. Prendono pochi gol e davanti segnano sempre. La nostra fino ad ora è

stata un'annata piena di infortuni e difficoltà, ma alla fine i punti che ti ritrovi a maggio sono sempre quelli che meriti. Mi dispiace solo non aver mai potuto avere la rosa al completo, ed anche per domani ci sono tre - quattro dubbi. Ma daremo tutto per portarci via un risultato positivo».

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LA PROMOZIONE

Pubblicare un libro gratis